Monastero Bormida si candida per il riconoscimento turistico-ambientale del Touring

A Monastero Bormida riprende la vita ordinaria e di questi tempi non è cosa da poco, come fa notare il sindaco Luigi Gallareto che afferma come sia importante veder ripartire i cantieri che assumono il significato di una ripresa della normalità anche in un piccolo ente locale.

I primi lavori a ripartire sono stati quelli relativi alla riqualificazione energetica del teatro comunale. Il progetto, finanziato dalla Regione è in corso di realizzazione a cura dell’impresa Fratelli Mascarino su progetto dell’ingegner Claudio Adorno.

Tra gli interventi principali la realizzazione del “cappotto termico” intorno all’edificio più una serie di adeguamenti che renderanno più accogliente l’ambiente alla ripresa della stagione teatrale e del corso di teatro che al momento prosegue con modalità online.

Anche gli impianti sportivi saranno oggetto di interventi per il completamento della palestra e dello sferisterio. Le opere, progettate dal geometra Valter Leoncino, sono stati affidati alla ditta Gepin Ter. Essi consistono nella realizzazione di un ampio piazzale per il parcheggio, una struttura coperta stabile che comprende spogliatoi, bar, biglietteria, la pavimentazione dell’area antistante alla palestra, il completamento della illuminazione della strada di accesso e la delimitazione dell’area comprese le 11 postazioni nel prato attrezzate per la ginnastica all’aperto.

Nel frattempo il comune della valle Bormida si è candidato per ottenere la certificazione di qualità turistico-ambientale del Touring club ed essere incluso tra gli “Smart village” secondo il progetto Smart rural dell’European network for rural development volto a fornire supporto all’organizzazione economica e sociale di 17 piccoli centri per realizzare nuove opportunità a “misura di paese”.

Al perseguimento di questo obiettivo collabora l’associazione Smartvalley fondata nel 2013 dall’imprenditore Francesco Ivaldi già artefice dell’informatizzazione della vallata avendo portato internet in collaborazione con il gestore di sevizi Inchiaro. L’associazione, con sede nel castello di Monastero si occupa di sviluppo e promozione del territorio anche attraverso servizi innovativi ad componente tecnologica. Dal 2019 è presieduta dalla giornalista Nadia Biancato esperta di comunicazione e marketing territoriale.

Di. Esse. Bi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *