Appuntamenti

“LandscapeStorymovers – sistema integrato di narrazione del territorio”

Arriva l’estate e il Teatro degli Acerbi ci riserva una stagione piena di appuntamenti teatrali in luoghi suggestivi, passeggiate e meditazioni intorno al Paesaggio, raccontato e vissuto nel progetto “LandscapeStorymovers – sistema integrato di narrazione del territorio” ideato da Elena Romano e Fabio Fassio.

Questa vitalità culturale in terra astigiana è realizzato con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando «In luce. Valorizzare e raccontare le identità culturali dei territori» della Missione Creare attrattività dell’Obiettivo Cultura, che mira alla valorizzazione culturale e creativa dei territori di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta rendendoli più fruibili e attrattivi per le persone che li abitano e per i turisti, in una prospettiva di sviluppo sostenibile sia sociale sia economico, e al cofinanziamento di una catena di partner che va dalla Comunità Collinare Vigne e Vini ai Comuni di Canelli, Calosso, San Marzano Oliveto e Moasca passando dall’ Ente Turismo Langhe, Monferrato e Roero, l’Associazione per il patrimonio dei paesaggi vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato, l’ Associazione Astesana Strada del Vino e del Cibo e grazie a un contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Asti.

Dopo la costituzione durante i mesi invernali dell’ archivio multimediale “Censimento del Paesaggio Umano” realizzato intervistando più di venti “Testimoni del Paesaggio”e dopo il convegno primaverile e l’intensa giornata di studio e confronto del 25 marzo presso il Teatro Balbo di Canelli:“La festa in tavola- I teatri della terra: patrimoni di natura e umanità” organizzato in collaborazione col Prof. Piercarlo Grimaldi, è la volta della parte più divulgativa, restitutiva e conviviale delle azioni previste dal Progetto.

Parte infatti il 10 giugno dalla Cascina Chiarina di Moasca lo “Storymoving Festival: Le Cascine e i Castelli”, sei appuntamenti di teatro itinerante site-specific del Teatro degli Acerbi e narrazioni meditative con Gabriele Vacis in cascine storiche e castelli normalmente chiusi al pubblico. Gli attori della Compagnia del Teatro degli Acerbi offriranno a piccoli gruppi di spettatori una narrazione “a stazioni” in cui personaggi, fatti storici e suggestioni popolari saranno raccontati con diverse chiavi interpretative. Per la stesura dei testi delle drammaturgie i materiali sono stati ricavati dal Censimento del Paesaggio Umano.
Alla fine del percorso gli spettatori saranno riuniti in una platea informale a gruppi di tavolini e sedie per una
degustazione enogastronomica in collaborazione con i produttori delle Enoteche Regionali di Nizza Monferrato e Canelli nostri partner e le associazioni di produttori del Nizza e del Moscato Canelli, a ricordarci che la cultura del nostro territorio passa e si valorizza inevitabilmente attraverso il vino e la cura per il paesaggio umano che lo circonda.

Evento conclusivo al tramonto: Gabriele Vacis, uno dei più importanti registi e drammaturghi teatrali italiani, nell’ambito delle azioni promosse dall’Istituto di Pratiche Teatrali per la Cura della Persona, offrirà al pubblico un’ora di meditazione narrativa, sei lezioni dedicate alla cittadinanza, alla pedagogia, al paesaggio, un percorso attraverso suggestioni letterarie e artistiche per raccontare cos’è la cura della persona e dell’ambiente nel mondo in mutazione, i temi delle meditazioni saranno (rigorosamente in ordine sparso): Italo Calvino: Le città invisibili. Pratiche di inclusione, Marcel Schwob: La crociata dei bambini. Meditazione sul clima, Dino Buzzati: I sette messaggeri. Meditazione sul tempo, Karen Blixen: Il pranzo di babette. Meditazione sul cibo, Saint Exupery e J.S. Bach: Il Piccolo Principe e le Variazioni Goldberg, Euripide: Fenicie. Il dibattito pubblico.
Si tratta di una evoluzione concettuale di narrazione che, partendo da alcune parole chiave che si ri-fanno a suggestioni “local” le traspone in quelle universali valide per ognuno di noi, nessuno meglio di Gabriele Vacis è in grado di compiere questa metamorfosi.

Il 10 giugno nella originale cornice di Cascina Chiarina a Moasca (di proprietà di Maurizio Bologna) tra vigne, noccioleti, asini e mattoni a vista si passeggerà narrando e fuggendo in un mondo contadino che per molti secoli è stato l’unico orizzonte di queste colline. Incontreremo Cesco il bottaio in pensione che non riesce più a togliersi la stanchezza di dosso per quanto ha lavorato, i suoi nipoti che non sanno se scegliere la città o la campagna, la nuora che aiuta la figlia a farsi il fardèl per le nozze, la ragazza da matrimonio che parla con le bestie della cascina perché tanto nessuno la ascolta.

Le passeggiate partiranno ogni quarto d’ora a cominciare dalle ore 19.00 (prenotazione obbligatoria sul sito www.landscapestorymovers.it), fino alle ore 21 ci sarà una degustazione gastronomica nell’aia con il cibo de La Signora in Rosso di Nizza Monferrato e l’Osteria dei Meravigliati di Canelli, una degustazione dei migliori vini delle nostre colline comprese nel prezzo del biglietto dell’intera Experience (25€). Alle 21.30 la meditazione narrativa con Gabriele Vacis che è possibile godere compresa nello stesso prezzo oppure singolarmente senza aperitivo e passeggiata al prezzo di 10€. Per informazioni: 3334519755.

Per dettagli è possibile consultare il sito www.landscapestorymovers.it che è la piattaforma di riferimento per tutte le iniziative del percorso narrativo, oltre ai profili tematici Facebook e Instagram; analoghe informazioni sui canali di comunicazione del Teatro degli Acerbi.

———–

Tante proposte al “Mercatino alla Corte del castello di Mango”

Domenica 12 giugno ecco il “Mercatino alla Corte del castello di Mango”. Sulla piazza centrale bancarelle di antiquariato, oggettistica, artigianato e anche prodotti tipici del territorio a partire dalle ore 10. Alla stessa ora è prevista anche l’apertura della mostra fotografica “I posti della Malora” a cura del Gruppo Fotografico Albese e dedicata alla figura di Beppe Fenoglio: l’esposizione potrà essere ammirata presso il salone Don Bosco, mentre al salone del Centro polifunzionale si potranno ammirare le opere della Pinacoteca delle Langhe.

Nel pomeriggio, alle ore 15, letture per bambini in piazza a cura del circolo laAV di Mango; a seguire, camminata con giochi e favole presso i sentieri della “Gnomovia”, in collaborazione con l’associazione culturale Manganum, ed anche visite guidate al “Percorso Fenogliano” nelle vie del concentrico (per le due attività prenotare al numero 348.5192362 di Gisella).

Alle ore 17 presso il Centro polifunzionale, l’associazione Manganum presenta il libro di Silvia Pio “I Pio di Prassotere, una dinastia leggendaria”. Inoltre, durante la giornata sarà possibile prenotare un giro turistico a cavallo o pony in collaborazione con il Centro Equestre Isolone (info: Mauro, tel. 339.3571300)

Per i visitatori sarà sempre attivo il Punto Ristoro a cura della Pro Loco di Barbaresco e il Punto Bere con i vini delle cantine di Mango.

———-

A Castiglione Tinella patronale di San Luigi e inaugurazione della Big Bench del Moscato

SANYO DIGITAL CAMERA

Martedì 14 giugno a Castiglione Tinella si apre il programma della “Festa Patronale di San Luigi”, appuntamento della tradizione che riprende dopo lo stop forzato e presenta nuovamente un programma di ricchi e vari contenuti, organizzato dalla Associazione turistico-culturale Contessa di Castiglione in collaborazione con il Comune, la Bottega del vino Moscato e il Gruppo Alpini. Proprio martedì 14, alle ore 20, è prevista la corsa campestre tra le vigne scritte “Aspettando il Trail del Moscato”, una corsa non competitiva di 10 Km organizzata insieme alla Dynamic Center di Santo Stefano Belbo. Il ritrovo è dalle ore 18.30 alle 19.45 in piazza XX Settembre per l’iscrizione; il costo di partecipazione è di 10 euro (Info: tel 320.1814142).

Giovedì 16 giugno alle ore 19.30 il Bar Don Castillo Cafè, sulla piazza XX Settembre, propone “American BBQ Sandwich” con i Barba Q. Venerdì 17 giugno, alle ore 21, “La Leva delle Leve”: tutte le leve sono invitate, indossando il foulard o la maglietta; la serata sarà animata da un DJ Set con Daniele Bertaina; Food cucinati da Paesi Tuoi, birra di Rollio Beer e cocktail preparati dalla Pro Loco. Ingresso libero.

Sabato 18 giugno alle ore 16 è in programma l’inaugurazione della Big Bench del Moscato n° 191 al punto panoramico sulla collina Manzotti, con la presenza di pubblico e autorità poi rinfresco offertodalla Bottega del vino Moscato e dai ristoratori castiglionesi (gradita prenotazione a info@viniferro.com).

Alle ore 20, nella struttura in piazza XX Settembre “Grande Costinata di San Luigi” (costo della cena: 20 euro adulti, 10 euro bambini under 10; prenotazione obbligatoria entro il 15 giugno ai numeri 389.9855755 e 335.7104587); la serata sarà accompagnata dalla musica di DJ Tonino Massa e con l birra di Rollio Beer.

Domenica 19 giugno alle ore 8 è prevista la donazione del sangue allestita dal Gruppo Fidas castiglionese; alle ore 11.15 Santa Messa in onore di San Luigi e Corpus Domini; alle ore 15.30 nella antica chiesa parrocchiale “Pomeriggio dedicato ai bambini e alle famiglie”; Lettura Animata per grandi e piccini a cura dell’associazione Le Mele Volanti; verrà poi consegnata la prima tessera della biblioteca e un simpatico dono ai nuovi nati del 2020 e del 2021, infine Merenda per tutti i partecipanti.

Nella antica chiesa, dalle ore 16, si potrà anche ammirare la mostra fotografica “La Contessa di Castiglione, una sensuale traccia femminile verso l’unità d’Italia”. Dalle ore 19.30 “Serata Latina”, Tacos con lo chef Escobar del Toro; animazione ed esibizione a cura della scuola di ballo Star Dance di Damiano Ferrero e la musica di Dj Ciccio e Alecoktail duo (prenotazione obbligatoria entro il 15 giugno ai numeri 389.9855755 e 335.7104587).

Giovedì 30 giugno in piazza XX Settembre alle ore 19.30 il Don Castillo Cafè propone “Pesce alla griglia” con i Barba Q; alle ore 21 andrà poi in scena lo spettacolo “Una Cin Ci La”: musica comica con il gruppo teatrale itinerante Scavalca montagne. Ingresso libero e cocktail con il Consorzio Tutela dell’Asti e del Moscato d’Asti.

In caso di maltempo gli eventi si svolgeranno sotto il padiglione coperto.