Il Borgo dei Brichet ha conquistato il Palio 2017, ad Alba

Dopo un’accesa competizione, il Palio degli Asini è andato al Borgo dei Brichet.
Quest’anno il drappo del Palio è stato impreziosito dalla foto di Guido Harari che ritrae artisticamente un piatto di tajarin preparato dalla cuoca di Langa, Gemma Boeri

Il Borgo dei Brichet conquista il Palio 2017. La premiazione è avvenuta alla presenza di Liliana Allena, presidente dell’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, Maurizio Marello, sindaco di Alba (a sinistra); Carlo Viotti, presidente del Borgo dei Brichet e Alberto Cirio, presidente della Giostra delle Cento Torri (al centro); Fabio Tripaldi, assessore alla Cultura e al Turismo di Alba, Guido Harari, fotografo, Gemma Boeri, cuoca, Piercarlo Verney, vicepresidente della Giostra delle Cento Torri, e Alberto Gatto, assessore ai Lavori pubblici di Alba (a destra).

È il Borgo dei Brichet il vincitore del Palio degli Asini 2017, svoltosi domenica 1 ottobre in Piazza Cagnasso, ad Alba. Il titolo è stato conquistato da “Kappa”, asino del Borgo dei Brichet montato da Silvano Accomo, fantino originario di Madonna di Como.
È la tredicesima volta che il Borgo dei Brichet sale sul gradino più alto del podio. Ai borghigiani e al presidente, Carlo Viotti, è stato consegnato il drappo del Palio che, quest’anno, era impreziosito da un’opera a quattro mani. Si tratta della foto artistica e “rock” che Guido Harari, uno dei più celebri fotografi musicali d’Italia, ha scattato a un piatto di tajarin preparato da Gemma Boeri, la leggendaria cuoca delle Langhe che, a Roddino, ha fondato l’Osteria che porta il suo nome.
Secondo posto al Borgo di San Martino con l’asino “Birba” cavalcato da Carlotta Veglio, originaria di Serralunga d’Alba. Solo gli asini del Borgo dei Brichet e del Borgo di San Martino hanno completato il circuito: per attendere la classifica generale bisognerà aspettare, nei prossimi giorni, il verdetto dei giudici.
Il Palio delle città gemelle, competizione giunta alla terza edizione e intitolata alle città gemellate con Alba, è stato vinto dall’asino del Borgo di San Martino in rappresentanza di San Cugat, comune catalano che vinse il titolo anche lo scorso anno.
PREMIO RAPPRESENTAZIONE STORICA
Conquista il podio per la migliore rappresentazione storica e sfilata in costume il Borgo di San Lorenzo che, prima del Palio, ha “portato in scena” un episodio del De arte venandi cum avibus, trattato medioevale sull’arte venatoria scritto da Federico II di Svevia. Il Borgo di San Lorenzo è stato premiato con il ritratto fotografico di Gemma Boeri, anch’esso realizzato da Guido Harari.
L’edizione 2017 del Palio degli Asini è stata caratterizzata da una grande affluenza di pubblico, che ha festosamente affollato piazza Cagnasso e gremito gli spalti, registrando un tutto esaurito.

Il Borgo del San Lorenzo esulta per il premio alla migliore rappresentazione storica. A sinistra in alto Maurizo Marello, sindaco di Alba, Alberto Cirio, presidente della Giostra delle Cento Torri, Liliana Allena, presidente dell’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba e Ines Manissero, presidente del Borgo di San Lorenzo (accanto a Liliana Allena con il mantello rosso).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *