Tom si è aggiudicato la prima gara di cerca al tartufo “Città di Canelli”

TartufoInfine, l’hanno spuntata due “Lagotti bolognesi”, razza canina di marca emiliana. E’ stato Tom ad aggiudicarsi la prima gara di cerca al tartufo “Città di Canelli” organizzata dall’Associazione Tifulau Colline di Langa e dall’Associazione Trifulau Canellesi in collaborazione con il Comune. Guidato dalla solerte e generosa Viviana Mededri ha scovato undici tartufi del tipo “scorzone” contro i 10 individuati da Nikita agli ordini di Domenico Pirazzoli.

Entrambe gli animali, come i padroni, arrivano dalla stessa famiglia: Domenico e Viviana sono marito e moglie, allevatori di cani da tartufo nella bassa ravennate, per la precisione a Bagnana di Romagna. Sabato si sono sobbarcati più di 400 chilometri, hanno pernottato in un agriturismo della zona, rifocillati con una bella cena piemontese e domenica più in forma che mai. Capaci di sbaragliare l’agguerrita concorrenza, una quarantina di concorrenti che si sono dati appuntamento al parco Boncore. Trasformato, per l’occasione, in una tartufaia didattica. Sin dal mattino latrati di gioia hanno risuonato nel grande invaso ogniqualvolta veniva trovato un tartufo.

Che sia passione c’è da crederci. Oltre alla coppia ravennate sono arrivati da Genova, Finale Ligure, dalle Marche, Parma oltre che da alessandrino e cuneese. Per sfidarsi in una gara semplice: tre trifole, nelle eliminatorie, da trovare in due minuti, va avanti che impiega il minor tempo. Alla fine sono rimasti in gara in otto. Lady e Bella sono state eliminate nella semifinale, dovendo così lasciare spazio ai due fuoriclasse. Che in cinque minuti, sotto il solleone, hanno sgambettato e sniffato a più non posso divertendo il pubblico presente..

Soddisfatto Piercarlo Ferrero, presidente dell’Associazione Trifulau di Canelli: “E’ stata una bella iniziativa, che ha attirato l’attenzione dei canellesi e di molti appassionati. Certamente è da ripetere”.

FOTO – Viviana Mededri, Piercarlo Ferrero, Domenico Pierazzoli con Tom e Nikita.

FOTO – Un momento della gara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *