Al via rapporti e interscambi fra Asti e la Siberia unite dall’Unesco

 RUSSIA Circa 8.000 chilometri separano Asti dalla città di Irkustk e dal vicino lago Baikal, in Siberia. Ma, a dispetto della distanza, tra due luoghi così lontani esiste un legame: Asti e i suoi territori, così come Irkustk e la regione del lago Baikal sono entrambi tutelati dall’Unesco come patrimonio mondiale dell’umanità.
 
Proprio partendo da questo legame, il viaggio che viene oggi presentato si propone di costruire ulteriori rapporti tra queste due terre: rapporti economici, culturali e turistici.
 
La visita, organizzata dal geometra Giuseppe Olivieri e dall’ing. Vitalija Linkiene con la collaborazione di Oscar Bielli (già sindaco di Canelli, ideatore e promotore dell’iter Unesco) permetterà alla delegazione astigiana di valutare da vicino le opportunità che possono offrire Irkustk (città con 650.000 abitanti), la sua regione (grande due volte e mezzo l’Italia) e il lago Baikal (meta turistica rinomata proprio per i suoi splendidi paesaggi).
 
Per approfondire le possibilità di interscambio la delegazione astigiana incontrerà varie personalità locali, compreso il governatore della Regione siberiana.
www.italianskiidom.ru la piattaforma web che porta Asti in Russia Lago Baikal – Regione di Irkustk Colline del Monferrato – Provincia di Majorettes Asti
 
Il viaggio servirà anche come prima attività di lancio della piattaforma internet www.italianskiidom.ru gestita da Olivieri e Linkiene, nata con lo scopo di supportare le realtà astigiane nel loro sviluppo in Russia.
 
La piattaforma, in lingua russa, presenta luoghi e aziende con un’attenzione particolare ai settori:
– immobiliare, con la possibilità per privati e agenzie di proporre direttamente allo sterminato mercato russo case, cascine, dimore storiche situate nei “paesaggi Unesco”
– edilizia, un settore in cui i Russi apprezzano particolarmente le aziende italiane per la loro capacità di progettare e realizzare edifici di qualità e opere di “alto artigianato” (marmo, legno, arredamenti su misura)
– turismo: innamorati del clima, della cucina e dei vini italiani, i russi sono un pubblico ideale a cui far conoscere e vivere al meglio il “nostro patrimonio” Unesco. Per questo l’agenzia di viaggi Canellese “Il Gigante Viaggi” già si propone sul sito per organizzare tour specifici nell’Astigiano e nel Piemonte.
 
Un’eccellenza astigiana: il Tamburello
Lo sport ha una straordinaria capacità di unire i popoli, ecco perché in questo viaggio verso la Siberia non mancherà uno spazio dedicato al tamburello, uno sport profondamente legato all’astigiano, che sarà testimonial sportivo della nostra Terra.
 
Anche il tamburello è legato all’Unesco, presentato ufficialmente dalla FIPT ai rappresentanti Unesco nell’occasione dei 5° giochi olimpici tradizionali (Tafisa World Sport For All – Siauliai 2012) svoltisi in Lituania, è uno sport antico, semplice ed economico che coinvolge tutta la famiglia.
Uno sport che più volte ha varcato con successo i confini dell’Italia e dell’Europa e che anche questa volta affascinerà il pubblico di ogni età, in Siberia, nella città di Irkustk!
 
Si ringraziano per la collaborazione:
Il Presidente della Provincia di Asti e Sindaco di Canelli dott. Marco Gabusi, la Provincia di Asti e il Comune di Canelli;
Il Presidente dell’Albo dei Geometri della Provincia di Asti geom. Curletto Donatella e il Collegio dei Geometri;
Il Presidente della Federazione Italiana Palla Tamburello dott. Emilio Crosato e la Federazione Italiana Palla Tamburello.
Un ringraziamento per la disponibilità va all’“Enoteca Regionale di Canelli e dell’Astesana”, simbolo straordinario delle bollicine Astigiane.
 
Info: geoliver@libero.it info@italianskiidom.ru (geom. Giuseppe Olivieri – ing. Vitalija Linkiene)
,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *