Il team norvegese del Bocuse d’Or si allenerà ad Agliano

Il team del Bocuse d’Or Norvegia, che parteciperà alle selezioni europee del celebre premio internazionale a Torino l’11 e 12 giugno, ha scelto il paese di Agliano Terme, nel Monferrato, come sede per allenarsi in vista della gara.

La squadra, che ha visitato Agliano in questi giorni, svolgerà nella Scuola Alberghiera (Agenzia di Formazione Professionale Colline Astigiane) la settimana di training che precede la competizione. La Norvegia ha imparato a conoscere Agliano Terme grazie anche al Barbera Fish Festival, la cui ultima edizione si è svolta lo scorso ottobre: un gemellaggio e una collaborazione, nati nel 2014 su iniziativa dell’associazione Barbera Agliano e grazie alla partecipazione del Norwegian Seafood Council.

La squadra norvegese che parteciperà alla finale europea del Bocuse d’Or, in programma a Torino l’11 e 12 giugno, ha scelto di ‘allenarsi’ ad Agliano Terme, dove da poco si è svolta la terza edizione del Barbera Fish Festival, che celebra il connubio fra il merluzzo e la Barbera d’Asti: il team, che ha come candidato lo chef Christian Andre Pettersen, sarà ospite della Scuola Alberghiera (Agenzia di Formazione Professionale Colline Astigiane), che si è resa disponibile ad accogliere nella propria struttura la settimana di training che precede la gara di Torino, da cui verranno selezionati i vincitori europei che parteciperanno alla finale mondiale della celebre competizione ideata da Paul Bocuse. Ad Agliano metterà a punto le ultime strategie e gli ultimi dettagli dei piatti con cui sfiderà al Lingotto gli altri
candidati. Christian Andre Pettersen, miglior chef norvegese dell’anno nel 2017, è fra i venti top chef che si contenderanno il diritto di accedere alla finalissima di Lione nel 2019.
Coach della squadra Gunnar Hvarnes, medaglia di bronzo al Bocuse d’Or 2010 e ospite nel 2014 della prima edizione del Barbera Fish Festival. Per Hvarnes, la decisione di tornare ad Agliano Terme è legata proprio all’esito positivo e alle ottime impressioni avute durante l’esperienza del festival. Una delegazione composta da Gunnar Hvarnes, Christian Andre Pettersen e Arne Søvig, CEO del Bocuse d’Or Norvegia, è stata in questi giorni in
Piemonte: dopo Torino, dove ha visitato il Lingotto, sede della gara, ha fatto tappa ad Agliano e alla Scuola Alberghiera per pianificare la settimana in programma il prossimo giugno.

«Ho saputo che qui ad Agliano vivono molti norvegesi, mi sembrerà di sentirmi a casa – ha affermato Pettersen che conosce il Barbera Fish Festival fin dalla sua prima edizione –
Cercavamo una location tranquilla e riservata dove trovare la giusta concentrazione per la gara di Torino. Agliano ci è sembrato il luogo giusto».

Scelta che rende estremamente orgogliosi il
presidente della Scuola Alberghiera Dino Aluffi e il direttore Davide Rosa e che sottolinea ancora una volta la qualità e la professionalità dei servizi da sempre offerti, l’alto livello delle strutture di cui dispone e l’ottimo rapporto da sempre tenuto col territorio.

Christian Andre Pettersen, vincitore delle selezioni nazionali in Norvegia nel 2017, ha 28
anni, è nato a Bodø nel Nord della Norvegia. È Head chef del Ristorante Mondo a Sandnes
(www.mondo.no).

È stato allievo del vincitore del Bocuse d’Or Charles Tjessem. Cresciuto nel
ristorante del padre, ha iniziato a lavorare in cucina già a 9 anni. Il Magazine Forbes lo ha
inserito nel 2017 nella lista dei 300 innovatori, imprenditori e manager europei sotto
i 30 anni.

La Norvegia è fra i paesi che nella storia del Bocuse d’Or hanno vinto più premi insieme alla
Francia. Tutti e tre gli chef norvegesi ospiti delle edizioni del Barbera Fish Festival, Gunnar
Hvarnes nel 2014, Ørjan Johannessen nel 2015 e Sven Erik Renaa nel 2017, hanno partecipato al Bocuse d’Or, Hvarnes aggiudicandosi il bronzo nel 2010, Johannessen il primo posto nel 2014 e Renaa ha presentato il miglior piatto di pesce nel 2007.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *