Al Museo Paleontologico di Asti studenti, adulti e anziani

SONY DSCDall’inizio dell’anno scolastico, oltre mille studenti, per lo più della scuola primaria, impegnati nell’osservazione e studio dei reperti fossili (balene, delfini, conchiglie, ecc.), hanno visitato il Museo Paleontologico di Asti, mentre da venerdì 6 marzo le uscite saranno estese anche ai geositi di Cortiglione e Vigliano.

Da venerdì 6 marzo le scuole avranno un’occasione in più per andare alla scoperta di quanto ci ha lasciato il Mare Padano: la visita al museo sarà infatti integrata da quella ai geositi di Cortiglione e Vigliano, quest’ultima località patria della Viglianottera, la grande balena che costituisce uno dei richiami principali del centro espositivo del Michelerio.

Le tre tappe, racchiuse nel progetto “Le colline del mare”, si svolgono in un’unica giornata.
Le scuole che intendono prenotarsi possono telefonare alle Aree Protette Astigiane (0141.592091), dove potranno ottenere informazioni anche sulla visita agli affioramenti fossiliferi di Valle Botto (nell’omonima riserva che comprende anche i territori di Valleandona e Valle Grande).

Significativa è pure la presenza al museo di visitatori adulti, individuali (per il secondo anno possono usufruire della Carta Musei del Piemonte) o in gruppi organizzati. Tra questi ultimi si segnalano gli allievi dell’Utea che frequentano il corso “Le colline astigiane: tesori del Mare Padano e scrigni di biodiversità” tenuto, nella sede del Polo Universitario, da personale e collaboratori delle Aree Protette Astigiane.

Alle lezioni in aula, i 43 partecipanti di recente hanno affiancato la visita al museo, che negli ultimi mesi si è arricchito di un nuovo reperto: resti della balena di tre milioni di anni fa ritrovata in regione Bottigliana di Portacomaro, su una collina di fronte a quella in cui vivono alcuni parenti di Papa Francesco.

Intanto domenica 8 marzo il Museo Paleontologico regalerà l’ingresso gratuito alle astigiane di qualunque età: un omaggio in occasione della festa della donna. Le visitatrici (e i loro accompagnatori) saranno ricevuti dal personale delle Aree Protette Astigiane nel consueto orario di apertura del museo: 10-13/15-18.

Gi adulti che volessero invece programmare, in qualunque giorno, la visita al Paleontologico con quella agli affioramenti fossiliferi di Valle Botto potranno rivolgersi all’Agenzia Welcome Piemonte (tel. 339.5315104).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *