Pellegrinaggio di oltre 50 centauri dell’Arma ad Incisa

INCISANella mattinata del 14 giugno 2016, un gruppo di oltre 50 centauri, tutti carabinieri in servizio ed in congedo con amici, familiari e simpatizzanti della Benemerita, provenienti da Alba (Cn) e diretti in Liguria, hanno fatto tappa ad Incisa Scapaccino, dove si sono recati in pellegrinaggio al Santuario Mariano dedicato alla Virgo Fidelis, patrona dell’Arma dei Carabinieri, dove il 16 febbraio del 1802 fu battezzato il Car.

Giovanni Battista Scapaccino, prima medaglia d’oro al valore militare dell’Arma dei Carabinieri.
Gli organizzatori dell’evento, giunto ormai alla sua quinta edizione, non hanno voluto rinunciare alla straordinaria occasione di giungere, in sella alle loro motociclette, sino al sagrato della chiesa, ormai meta
di Carabinieri da tutta Italia, ove poi hanno fatto visita all’altare consacrato nel 2014 alla Virgo Fidelis.

Ad accogliere i carabinieri-motociclisti, molti dei quali tutt’ora abilitati al servizio in moto a bordo delle potenti BMW 1200 RT ed APRILIA CAPO NORD in dotazione ai Nuclei Radiomobili dell’Arma dei Carabinieri, vi era il comandante della locale Stazione dell’Arma, M.A.s.UPS Davide Freda e le autorità locali che hanno salutato tutti i partecipanti ed alla fine hanno preso parte alla suggestiva foto ricordo davanti al Santuario.

Al termine, la comitiva è poi ripartita alla volta di Cella Ligure (SV), tappa finale del tour 2016 “Dalle Langhe al mare”, che quest’anno ha toccato ben 5 provincie Cuneo, Asti, Alessandria, Savona e Genova e numerosi comuni tra Piemonte e Liguria.

“Uno speciale ringraziamento va a tutti coloro che si sono impegnati per rendere possibile l’evento che rimarrà nel cuore di tutti i partecipanti e, sicuramente, anche nel ricordo degli abitanti del tranquillo borgo Villa di Incisa Scapaccino, invasi pacificamente da così tante motociclette.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *