AIDO, un fiore per informare e finanziare

fabio-arossaL’Aido Provinciale di Asti vi aspetta sabato 1 ottobre ad Asti (piazza Alfieri), Nizza Monferrato (via Carlo Alberto) e Moncalvo (piazza Garibaldi) e domenica 2 ottobre a Canelli (Piazza Cavour) e Moncalvo (Piazza Garibaldi), in occasione della quindicesima giornata nazionale di informazione e autofinanziamento, promossa dall’Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule (AIDO).

I volontari AIDO saranno presenti in oltre 1.400 piazze per incontrare i cittadini, dare loro informazioni sull’importanza della donazione come valore sociale e come opportunità per salvare la vita a chi non ha altre possibilità di sopravvivenza e per offrire una piantina di Anthurium andreanum.

“Questo weekend – precisa Fabio Arossa presidente dell’Aido di Canelli – è un’importante occasione per incontrare la popolazione e far conoscere la nostra realtà. Verranno allestiti dei banchetti in cui sarà possibile richiedere informazioni e sottoscrivere la dichiarazione di volontà positiva alla donazione di organi, tessuti e cellule e, non ultimo, saranno distribuite le piantine di Anthurium. Le offerte saranno destinate alla realizzazione di ulteriori campagne informative sulla donazione di organi, tessuti e cellule”.

Il trapianto di organi è attualmente un programma terapeutico consolidato, che restituisce un’ottima possibilità di vita: si pensi che, ad oggi, la percentuale di sopravvivenza del paziente e dell’organo, a cinque anni dal trapianto, raggiunge mediamente tra l’80 ed il 90%.

Per contro, però, i pazienti che attualmente necessitano di un organo in Italia, sono circa 9.000 ed i trapianti effettuati circa 3.000. Molto, dunque, resta da fare per ridurre drasticamente le liste di attesa e per migliorare ulteriormente il sistema trapianti.
La salute è un bene comune, proprio per questo è necessario continuare ad incrementare la ricerca e divulgare il più possibile le informazioni sulla donazione di organi, sensibilizzando e responsabilizzando i cittadini verso una partecipazione collettiva consapevole.
Recarsi ai banchetti AIDO, quindi, significherà farsi doppiamente un regalo: ricevere, in cambio di una piccola offerta, un anthurium andreanum dalle foglie cuoriformi simbolo d’amore e di amicizia, ed avere la possibilità di comprendere e supportare il valore della donazione e della solidarietà reciproca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *