Il Barbera d’Asti biologico protagonista di un incontro con la Cantina di Vinchio Vaglio

Al termine del suo sessantesimo anno di vita, festeggiato e celebrato in estate con una straordinaria degustazione verticale del Barbera d’Asti superiore “Sei vigne Insynthesis”, la Cantina Sociale di Vinchio e Vaglio Serra sta attentamente valutando i primi prodotti della vendemmia 2019 che, per quanto talvolta tormentata dalle bizzarrie climatiche, si è ancora una volta rivelata foriera di vini di grande qualità.

In attesa che si possano degustare i primi nati dell’ultima raccolta, il protagonista di questi mesi è “Bio”, il Barbera d’Asti totalmente biologico, dal vigneto alla bottiglia, da uve della vendemmia 2018, di cui è stata rispettata una maturazione lenta che ha prodotto un vino di grande finezza e di altissima qualità organolettica.

In attesa di poter brindare, nella prossima primavera, con l’ormai quasi pronto “Alta Langa”, la Cantina ha organizzato, venerdì 6 dicembre, alle 18, nel Salone convegni della Viticoltori Associati di Vinchio e Vaglio Serra, in Regione San Pancrazio, il tradizionale incontro di fine anno con  i giornalisti per fare il punto sul millesimo 2019 e illustrare le prospettive per il 2020 quando diventerà, tra l’altro, interamente fruibile, il “sentiero dei Nidi di Vinchio e Vaglio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *