Le novità della 4^ edizione di “Oro, incenso e mirra”

La quarta edizione di Oro incenso mirra – Presepi nel Monferrato, presenta alcune le novità tra le quali la partecipazioe del Comune di Castagnole delle Lanze, l’attivazione di un contest su Instagram in collaborazione IG_Piemonte, la creazione di un medaglione ricordo (realizzato in terracotta dall’artista monalese Martino Canavese) che i visitatori potranno trovare nei paesi coinvolti nella manifestazione.

L’inaugurazione ufficiale della manifestazione sarà domenica 8 dicembre, alle 15, seguita dal concerto di Natale della Corale di Bairo diretta dal Maestro Andrea Giovando.

“Il lavoro fatto in questi anni dall’Associazione con l’appoggio concreto di tutti gli sponsor – ha spiegato Silvia Colpani – ha rappresentato una significativa risposta per gli operatori del territorio e dei piccoli borghi coinvolti per “vitalizzare” il turismo nell’ultimo tratto dell’autunno e quello iniziale dell’inverno, durante il periodo natalizio. Ci stiamo riuscendo, pensate che nell’unico presepe in cui viene registrato il passaggio di pubblico, quello di Anna Rosa Nicola all’abbazia di Vezzolano, lo scorso anno sono entrate circa 10mila persone”.

“I fondi che raccogliamo – ha precisato Colpani – vengono interamente reinvestiti per promuovere l’iniziativa e con essa il territorio, in special modo i comuni coinvolti: Albugnano, Aramengo, Camerano Cascasco, da quest’anno Castagnole delle Lanze, Castagnole Monferrato, Cocconato, Grana, Monale, Montegrosso d’Asti, Schierano. Tutti insieme vantiamo un’offerta straordinaria di oltre 1200 presepi”.

“Questa iniziativa – ha detto durante l’incontro il vice governatore della Regione Piemonte Fabio Carosso – va nella direzione di salvaguardia delle nostre tradizioni: ben vengano rassegne lodevoli come questa che fanno conoscere il nostro territorio anche in periodi dell’anno meno turistici”.

“Mi riprometto di visitarli tutti – gli ha fatto eco Paolo Lanfranco, presidente della Provincia di Asti -: Oro incenso mirra è la conferma   che le iniziative vincenti per il territorio nascono dalla capacità di fare rete”.

Queste le parole di Mario Sacco, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti: “A quattro anni dalla sua nascita questa rassegna sta crescendo bene e devo fare i miei complimenti all’associazione. A fronte di investimenti importanti il ritorno in termini di promozione e valorizzazione del territorio è ottimo. Le potenzialità dell’Astigiano e del Monferrato sono enormi”.

“Del presepe amo la coralità e la diversità: con Oro incenso mirra – Presepi nel Monferrato si passa dall’arte indiscussa del presepe di Anna Rosa Nicola alla genialità di quello di Gennaro Cosentino e alla creatività di tantissimi presepi in mostra. Tradizione e innovazione si sposano in questa rassegna e nella coralità danno il meglio di sé per un’iniziativa unica” ha detto Elisabetta Serra, presidente dell’Ecomuseo Basso Monferrato Astigiano.

Anche Mauro Carbone, direttore dell’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero ha commentato positivamente le novità della rassegna: “Il prossimo anno ci piacerebbe lavorare molto sulla comunicazione social di Langhe Monferrato e Roero: una leva come il contest su Instagram organizzato quest’anno dall’associazione per un argomento forte e sentito come il presepe ci sembra in grado di attivare la leva di questo tipo di comunicazione e far conoscere al meglio e accrescere l’immagine di tutto il territorio”. 

GLI EVENTI – Domenica 1° dicembre, Monale: anteprima della manifestazione: in occasione dei festeggiamenti di Santa Caterina, mostra dei presepi, mercatino di Natale, mercatino dello scambio e del baratto.

Sabato 7 dicembre e domenica 8 dicembre, Abbazia di Vezzolano: dalle 10 alle 18 Mercatino di Natale, presepe di Anna Rosa Nicola, mostra d’arte Taglio Colore e Monotipi. Alle 11 visita guidata della Chiesa e del Chiostro a cura del Polo Museale del Piemonte e della Cabalesta.
Sabato alle 15.30 concerto natalizio della Corale Pinese diretta dal Maestro Mario Trento.

Domenica 8 dicembre, Cocconato: per l’iniziativa “Natale in Collina”, tra banchi di artigiani, di prodotti enogastronomici e tipicità locali, i bambini della scuola secondaria di 1° grado di Cocconato (Istituto Comprensivo Castelnuovo Don Bosco – Cocconato – Montiglio) vestiranno i panni di inediti “ciceroni” e guideranno i visitatori alla scoperta dei punti panoramici del paese e di tutti i suoi presepi; partenza alle 10 dall’Ufficio Turistico in piazza Cavour. La visita si ripeterà nel pomeriggio. Dalle 12, degustazione di prodotti tipici di Cocconato per “Presepiando… Degustando” (su prenotazione: cocconatoufficioturistico@gmail.com). Alle 14.30, nel Salone Comunale di via Rosignano 1, festa con Babbo Natale e i suoi elfi, merenda per bambini e laboratorio “Creiamo e addobbiamo” (3 euro a bambino).

Domenica 15 dicembre, Castagnole Monferrato: alle 15.30 si svolgerà nel centro storico della Miraja il presepe vivente interpretato dagli abitanti del paese, grandi e piccini, impegnati nei mestieri di un tempo.

Sabato 21 dicembre, Aramengo: alle 16 nel Salone delle Associazioni rappresentazione teatrale “Il presepe… che meraviglia!” a cura del centro culturale Rosetum con padre Marco Finco, Pietro Grava e Roberta Paolini. Ingresso gratuito.

Domenica 22 dicembre, Montegrosso d’Asti: nel centro storico più di 40 figuranti impegnati in antichi mestieri faranno rivivere il villaggio di Betlemme, la capanna della Natività, la Sacra Famiglia; alle 18.15 nella storica chiesa parrocchiale del 1800 verrà proposto un concerto di musica sacra natalizia con il coro di San Domenico Savio – Asti, diretto da Nuccia Scoglia e Mauro Lorenzato; maestro d’organo Gigi Amisano, chitarra Ilaria Poletto.

Martedì 24 dicembre, Monale:  processione con fiaccolata dalle 22.30 con partenza da piazza Umberto I lungo il tragitto dei presepi, Messa di Natale e festeggiamenti con distribuzione di panettone, pandoro e vin brulé.

Lunedì 6 gennaio, Monale:  dalle 9 camminata della Befana con partenza da piazza Umberto I e visita guidata ai presepi.

IL MEDAGLIONE – Un medaglione in terracotta raffigurante i tre re magi e la cometa è stato realizzato in tiratura limitata dall’artista monalese Martino Canavese per rappresentare la manifestazione. Essendo un oggetto creato artigianalmente, ogni pezzo differisce dall’altro per piccoli particolari che lo rendono unico. Dipinto a mano in tre differenti versioni (nei colori dell’oro, dell’argento e della mirra), il medaglione ha un diametro di otto centimetri e pesa circa 60 grammi.
Lo si potrà trovare nelle diverse sedi della manifestazione.

IL CONCORSO SU INSTAGRAM – Dall’8 dicembre partirà un contest fotografico su Instagram in collaborazione con community di @ig_piemonte: gli scatti dovranno rappresentare i presepi, anche viventi, presenti ad Albugnano, Aramengo, Camerano Casasco, Castagnole delle Lanze, Castagnole Monferrato, Cocconato, Grana, Monale, Montegrosso d’Asti, Schierano  e dovranno essere pubblicate con l’hashtag #presepimonferrato19 e il geotag indicante la località del presepio.
Saranno valide le foto inedite postate su Instagram fino al 6 gennaio.
I tre scatti maggiormente significativi saranno selezionate da una giuria tecnica e premiate con vini, salumi e il medaglione della rassegna.
Organizzazione: @presepimonferrato

Media Partner: @ig_piemonte @ig.asti @ig_langheroeromonferrato

L’ASSOCIAZIONE – Nata nell’ottobre 2018 e presieduta da Silvia Colpani (vice presidente Francesco Marengo), l’associazione Oro incenso mirra – Presepi nel Monferrato coordina sindaci e amministrazioni comunali dei paesi che prendono parte alla rassegna e promuovere la manifestazione all’insegna di una tradizione profonda, autentica e molto amata: quella tutta natalizia del presepe.

www.presepinelmonferrato.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *