Prospettive di macerazione per i vini rossi e bianchi

Venerdì 27 maggio, dalle ore 9.30 alle 16.30, so svolgerà un importante convegno organizzato da OICCE (Organizzazione Interprofessionale per Comunicazione delle Conoscenze in Enologia), dal titolo “La macerazione per i vini rossi e bianchi. Attualità e prospettive”, presso l’Aula Magna del Polo Universitario Asti Studi Superiori, nel Piazzale de Andrè.
Informazioni per la partecipazione sul sito: www.oicce.it

Sarà un interessante appuntamento per il mondo del vino. Si parlerà di “macerazione”, un argomento molto interessante per i produttori sempre più impegnati a fare qualità. Questo è un punto fondamentale e molto delicato della vinificazione. La macerazione delle vinacce nel mosto è infatti determinante per ottenere specifiche caratteristiche visive, olfattive e gustative del vino. Bisogna quindi gestire questo processo con abilità in modo da favorire l’estrazione delle sostanze desiderate dalla buccia dell’uva, senza brutte sorprese. Per condurre accuratamente la macerazione esistono naturalmente delle basi generali, ma l’evoluzione e i risultati delle ricerche avanzano a grandi passi e non sempre si ha la possibilità di tenersi aggiornati.

Ecco dunque l’opportunità offerta da OICCE di sapere quanto si studia, si sperimenta e ciò che si è ottenuto in diverse importanti università italiane e straniere, istituti di ricerca e da parte di aziende e professionisti specializzati. Molti qualificati relatori, nel corso di un’intera giornata, presenteranno le più attuali informazioni sulla gestione di diverse tecniche di macerazione, spiegando la loro azione sui vini rossi e bianchi. Introdurranno i lavori il Direttore dell’OICCE Dr. Pierstefano Berta e il Presidente dell’OICCE, Prof. Vincenzo Gerbi. (DISAFA- Università di Torino). L’evento sarà anche occasione per l’assegnazione del Premio SIAD-OICCE 2022 per la ricerca sull’uso dei gas in Viticoltura ed Enologia, assegnato al neolaureato Gregorio Santini, borsista di ricerca, seguito dal Prof. Fabio Mencarelli presso l’Università di Pisa (DISAAA).

L’iscrizione è obbligatoria per tutti entro il 20 maggio. L’evento (con crediti per Enologi e Dottori Agronomi) si svolge in doppia modalità: in presenza e via Internet. L’incontro è gratuito per i Soci dell’OICCE, gli studenti del DISAFA (Università di Torino) e a pagamento per i non Soci. Le informazioni per la partecipazione e il programma sono sul sito: www.oicce.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.