Convegno Oicce sull’uso dei lieviti in vinificazione

Quali lieviti, per quali vini? Sull’argomento avrà luogo un convegno dell’associazione enologica Oicce, venerdì 5 maggio, a Costigliole d’Asti, alle ore 14,30 nella prestigiosa Sala “Amphitheatre” dell’ICIF (Italian Culinary Institute for Foreigners), nel complesso adiacente al Castello di Costigliole d’Asti, in piazza Vittorio Emanuele II, n. 10.

Esponenti della ricerca universitaria e rappresentanti di aziende leader porteranno i risultati dei loro più recenti lavori.

Presiederà l’incontro il dott. Pierstefano Berta (Direttore Oicce) e porterà il saluto iniziale il prof. Marco Devecchi (Presidente Ordine Dottori Agronomi della Prov. di Asti).

Interverranno i professori dell’Università di Torino Vincenzo Gerbi e Luca Cocolin, la prof. Patrizia Romano (Univ. della Basilicata), coordinatrice del Gruppo Italiano di Microbiologia del Vino, l’enol. Cesare Bianco e la dott. Nicoletta Facondini (AEB), il dott. Guido Parodi e il dott. Antonio Grazietti (Laffort Oenologie), la dott. Paola Vagnoli (Lallemand Italia).

L’incontro, organizzato da Oicce, ha lo scopo di fare il punto sui progressi delle conoscenze sull’uso dei lieviti in vinificazione, unendo i progressi della ricerca alle loro applicazioni pratiche in cantina.

La corretta scelta dei lieviti per la fermentazione è senza dubbio uno dei punti chiave che animano l’enologia moderna.

La fermentazione è infatti una fase di trasformazione che implica molti cambiamenti fondamentali per determinare le caratteristiche del vino che si otterrà. Per questo, ricercatori e aziende all’avanguardia continuano a implementare studi e sperimentazioni per comprendere sempre meglio il metabolismo dei lieviti e per indicare in modo preciso alle cantine quali siano le condizioni ottimali per il loro utilizzo.

La partecipazione all’incontro organizzato dall’Oicce è gratuita. E’ necessaria l’iscrizione entro il 30 aprile. Per ogni informazione e per l’iscrizione, si deve contattare la Segreteria Oicce (tel. 0141 822607 – info@oicce.it ).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *