La Società di Studi Astesi annuncerà i vincitori del Premio Renato Bordone

Giovedì 2 febbraio, alle 17, ad Asti, nella sala conferenze di Palazzo Mazzetti (corso Alfieri 357), si svolgerà la consegna del Premio Bordone, istituito dalla Società di Studi Astesi per ricordare il prof. Renato Bordone (1948-2011), già ordinario di Storia Medievale dell’Università di Torino, per diversi anni presidente della Biblioteca Astense, socio fondatore della Società che è anche stato a capo del comitato scientifico della rivista “Il Platano”.

Verrà annunciato il nome o i nomi dei vincitori del premio di mille euro, riservato alle tesi di laurea relative alla storia di Asti e del suo territorio in ogni suo aspetto, discusse tra il 1° marzo 2011 ed il 28 febbraio 2016.

Alla seconda edizione del premio hanno partecipato 11 tesi, che la Società depositerà alla Biblioteca Astense a disposizione di tutti gli studiosi.

Questo il programma delle altre iniziative che la Società di Studi Astesi ha messo in calendario per i prossimi mesi. Per tutti gli incontri l’ingresso è libero.

Giovedì 23 febbraio alle ore 17 nella sala conferenze di Palazzo Mazzetti Gaspare Licandro parlerà sul tema “Un insolito erbario ad Asti: la vicenda professionale e umana del barnabita Giuseppe Pellenda”. Alle 16,30 precederà l’assemblea annuale dei soci per l’approvazione del bilancio consuntivo.

Giovedì 23 marzo alle ore 17 nella Sala Pastrone del Teatro Alfieri verrà commemorata la figura del presidente della Società di Studi Astesi, l’insigne teologo e biblista prof. Paolo De Benedetti, scomparso l’11 dicembre scorso. Tra gli interventi ci saranno anche quelli delle diverse associazioni astigiane che con lui hanno avuto rapporti e quelli di tutti i cittadini che vorranno portare una loro testimonianza.

Invece, giovedì 6 aprile alle ore 17 nel refettorio del Seminario vescovile sarà presentato il secondo volume del “Giornale d’Asti”, il manoscritto inedito di Stefano Giuseppe Incisa conservato nella Biblioteca del Seminario, miniera di notizie sulla vita cittadina dal 1776 al 1819 con una copiosa quantità di sonetti, manifesti, tiletti, decreti per ogni anno.

Tre partecipanti al Premio Bordone 2016 (la terza edizione per il 2017 è già stata bandita ed è sul sito www.studistesi.it) parleranno sinteticamente della loro tesi giovedì 11 maggio alle ore 17 nella sala conferenze di Palazzo Mazzetti. Francesco Carriero parlerà di Evangelista Martinotti: casalesi del Seicento ”lesquels peignent merveilleusement bien”. Simona Codrino: “Il Monferrato rappresentato.

L’immagine del Monferrato in ambito pittorico letterario”. Serena Di Gaetano: “Restauro di due statue lapidee con tracce di policromia. Studio di ricomposizione non invasiva”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *