Teatro e musica con “Paesaggi e oltre” nel territorio che ha ottenuto il riconoscimento Unesco

NOSENGO MARIODal 19 luglio al 24 agosto, il territorio dei Comuni di Castagnole Lanze, Coazzolo, Costigliole d’Asti e Montegrosso d’Asti, che quasi un mese fa hanno ottenuto l’ambito riconoscimento Unesco di Patrimonio dell’Umanità, ospiterà il festival “Paesaggi e oltre” (tredicesima edizione), teatro e musica, sotto la la direzione artistica dell’associazione Arte & Tecnica e del Teatro degli Acerbi.
In programma, accanto alle tradizionali serate teatrali, con la partecipazione di attori astigiani, una serie di appuntament ambientanti in luoghi paesaggistici di grande valore turistico.

Sabato 19 luglio a Coazzolo è in programma una passeggiata sul sentiero della Madonna del Carmine, con interventi teatrali lungo il percorso dal titolo ”Storie di selvatici, masche e spiriti di…vini” con gli attori Massimo Barbero, Tommaso Massimo Rotella e Mario Nosengo.
Il ritrovo è in Piazza Vittorio Emanuele III alle ore 17,30. Il percorso completo è di 7 km, la percorrenza di circa 2 ore. Ci sarà la possibilità di cena alla Madonna del Carmine al termine della passeggiata (consigliati abbigliamento adeguato e scarpe comode). Vi è anche la possibilità di percorso ridotto, con rientro dopo la seconda tappa teatrale.

Massimo Barbero proporrà il monologo “Pinin e le masche” di Luciano Nattino, liberamente tratto dal racconto di Davide Lajolo. “Pinin è un solitario abitatore dei boschi. Non torna più in paese da tempo.Ai pochi che riescono a trovarlo egli parla della sua vita, di un lungo viaggio, di un amore, di ricordi, di mondi possibili.E di “masche”, amiche e sconosciute, protettrici e crudeli.”

Tommaso Massimo Rotella interpreterà un pezzo teatrale dal racconto “L’uomo che piantava gli alberi” di Jean Giono.La storia di Elzéard Bouffier è un racconto allegorico pubblicato nel 1953. È la storia di un pastore che, con impegno costante, riforestò da solo un’arida vallata ai piedi delle Alpi, vicino alla Provenza, nella prima metà del XX secolo.

Mario Nosengo al termine del percorso dedicherà un piccolo excursus di letture al Vino, un’eccellenza della nostra Terra, frutto di duro lavoro e amore appassionato.
Un binomio insolito da riscoprire nelle pieghe della letteratura italiana, attraverso pagine note e meno note, tutte di grande levatura poetica: ‘un’ebbra e ironica antologia’ scelta con gusto dall’attore e da Francesco Antonio Lepore.
La partecipazione alla passeggiata è gratuita, cena € 15, aperitivo € 3 – per info: cell. 339/6484802

Il successivo appuntamento è venerdì 25 luglio a Castagnole Lanze nel Cortile della Scuola Materna con lo spettacolo serale “Folli all’opera”dell’Accademia dei Folli, un inedito omaggio al mondo della lirica.
Info e prenotazioni cell. 339/2532921.
Il programma completo: www.langamonferrato.it – www.arte-e-tecnica.it – www.teatrodegliacerbi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *