Sequestrati nel Sud Astigiano 1400 capi di abbigliamento senza etichettatura

4711_guardia-finanza-sequestro-negozio4Le Fiamme Gialle di Nizza Monferrato, nel corso dei controlli finalizzati alla lotta alla contraffazione e alla tutela della salute pubblica, hanno individuato alcuni esercizi commerciali di NizzaMonferrato, Castelnuovo Calcea e Castagnole delle Lanze che ponevano in vendita capi di abbigliamento privi di etichettatura, precisamente 1.400 articoli “irregolari”, per un valore complessivo al pubblico pari a 23 mila euro, che sono stati sottoposti a sequestro.

Il “Codice del Consumo”, infatti, prevede che i prodotti destinati alla vendita riportino in modo chiaramente visibile e leggibile alcune informazioni minime relative alla denominazione e sede del produttore, al luogo di provenienza del bene, all’eventuale presenza di sostanze nocive che possano arrecare danno alla salute delle persone, alle istruzioni ed eventuali precauzioni per la sicurezza.Tali indicazioni devono figurare sulle confezioni o sulle etichette della merce che viene posta in vendita.

Le Fiamme Gialle hanno proceduto a segnalare alle Camere di Commercio di Torino,
Cuneo e Asti i responsabili, nei confronti dei quali sono previste sanzioni per circa 130 mila euro.

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *