Israt: tre incontri contro la xenofobia

L’Israt mette in cantiere un nuovo corso di aggiornamento per insegnanti aperto alla cittadinanza: tre incontri, dall’8 al 29 novembre, per approfondire un tema di stringente attualità.
“Identità, sovranismo, razzismo: le radici culturali della xenofobia nella società contemporanea” è il titolo del progetto voluto in collaborazione con il CPIA “Maestro Eugenio Guglielminetti” di piazza Leonardo da Vinci 22 (ospiterà gli incontri) e l’Istituto Nazionale Ferruccio Parri, rete degli Istituti per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea.
“Negli ultimi venti anni – la lettura dei promotori – e con un’accelerazione successiva alla crisi economica dell’ultimo decennio, si è assistito, nel mondo occidentale, alla diffusione di nuove forme di razzismo nel linguaggio, nei comportamenti e nella politica”. Si parla di neo-razzismo per dire di “un insieme di teorie e di pratiche che estremizzano le differenze etniche e culturali fra gruppi di persone allo scopo di dimostrare l’impossibilità della convivenza”.
“Dopo aver esplorato, lo scorso anno, le radici storiche del razzismo nell’Italia nella prima metà del Novecento – ricorda l’Israt – con questa nuova edizione si entrerà nel vivo del fenomeno contemporaneo, nella sua dimensione culturale, sociale e politica”.
Prima lezione l’8 novembre: “Nuovi e vecchi razzismi: dalla gerarchia delle razze alle differenze”. Interverrà lo storico Francesco Germinario.
Secondo incontro il 20 novembre: “Realtà e rappresentazioni dei fenomeni migratori: stereotipi, luoghi comuni, paure”. Relatore Franco Valenti, presidente della Fondazione Guido Piccini (si occupa di diritti dell’uomo nel Bresciano).
Ultimo appuntamento il 29 novembre: Alberto Perduca, procuratore della Repubblica di Asti, approfondirà la legislazione nazionale sulle immigrazioni.
Gli incontri si svolgeranno dalle 15 alle 18. Chiusura iscrizioni: 6 novembre.
Potranno aderire i docenti  di ogni ordine e grado. Quota di partecipazione al corso: 30 euro (gratuito per i docenti non di ruolo e per i cittadini).
Ulteriori info: didattica@israt.it; 0141.354835/0141.592439.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *