I brindisi con l’Asti Secco e il successo di “Goodwine Neviglie”

Si è chiusa con il solito annuale successo la tredicesima edizione del Convivio Enogastronomico e Culturale di Neviglie, appuntamento che riesce puntualmente a calamitare l’attenzione dell’opinione pubblica e a volgere sul piccolo paese fiorito delle Langhe le luci dei riflettori. Il successo di “Goodwine Neviglie” è merito dei contenuti scelti dall’amministrazione guidata da Roberto Sarotto, dei progetti di Ivana Sarotto sviluppati insieme alla comunità e del grande lavoro svolto dalla Pro Loco, dai produttori vinicoli e da tanti volontari nevigliesi.

Dopo la degustazione guidata alla scoperta di vini di Langa e del Vicentino, condotta da Lorenzo Tablino, tra i momenti più rilevanti dell’evento il forum “Prosecco e Asti Secco: un patto nel segno delle bollicine italiane” ha offerto una discussione di grande interesse rivolta al nuovo prodotto che sta decollando sul mercato dei vini di questo territorio, e che si spera possa incidere positivamente sull’andamento dell’economia agricola di queste colline; a parlarne un prestigioso schieramento di grandi ospiti: il vice ministro Andrea Olivero, il deputato Massimo Fiorio, l’assessore regionale Giorgio Ferrero, il presidente del Consorzio di Tutela Romano Dogliotti e il suo direttore Giorgio Bosticco; all’incontro si è poi aggiunta la presenza del ministro Enrico Costa. Accanto al forum, il primo banco d’assaggio dedicato interamente all’Asti Secco, con il prodotto di diverse cantine del territorio: una azione promozionale importante per far conoscere al pubblico il nuovo vino che ha offerto piacevoli e freschi assaggi lungo i tre giorni dell’evento.

La tradizionale consegna del “Caviot d’argento” ha reso poi protagonisti Felice Cerruti, presidente onorario di Banca d’Alba, e Luigi Bertini, enologo e docente FISAR: a loro è andato il riconoscimento dedicato alle “eccellenze umane” di questo territorio che, nei diversi ambiti, hanno contribuito alla crescita culturale, economica e sociale di questa terra. Altro importante momento è stata la consegna di due defibrillatori semiautomatici al preside dell’istituto comprensivo di Neive e Mango da parte dei bambini del gruppo Neviglie Green, che hanno acquistato gli strumenti medici grazie al loro impegno nel progetto dell’orto didattico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *