Cambio ai vertici del comitato Palio di Nizza

Sarebbe riduttivo credere che il Palio sia un avvenimento che si sviluppa nei pochi minuti di una corsa a cavallo o al massimo di qualche ora, tenendo conto anche della sfilata. I tanti appassionati che questo evento ce l’hanno nel sangue dimostrano in ogni giorno dell’anno come esso sia importante per se stessi e per la comunità in cui vivono. Ne danno testimonianza in particolar modo i rappresentanti dei comitati dei vari rioni e borghi partecipanti alla gara che non perdono occasione per proporsi al pubblico come è avvenuto recentemente, ed avverrà ancora, a Nizza con l’organizzazione della festa di carnevale al Foro e prossimamente quando avrà luogo la presentazione ufficiale del fantino che già si mormora possa essere Antonio Siri detto “Amsicora” già vincitore di numerose corse a pelo in ogni dove d’Italia e trionfatore dell’ultimo Palio di Legnano nel 2019 già conquistato nove anni prima. Per fugare ogni dubbio “le cose fier conte”, come direbbe Dante coevo dei tempi d’oro della manifestazione, il 14 marzo alle ore 20 nel corso della cena organizzata al Foro; il costo di partecipazione è fissato in euro 20 per gli adulti e gratis per i bambini sotto i 10 anni; a menù: 2 antipasti, un primo, un secondo, dolce, acqua e vino a volontà.

Il Comitato sarà poi presente in piazza anche il 9 e 10 Maggio in occasione di “Nizza è Barbera”. Tutto ciò per far conoscere alla popolazione questa realtà storico – folcloristica e coinvolgervi un sempre maggior numero di persone nella sua organizzazione.

Tutto ciò è stato ribadito nel corso di un incontro per presentare il nuovo consiglio direttivo presieduto da Fabio Covello che ha voluto ringraziare il predecessore Francesco Diotti per il lavoro svolto con i suoi impareggiabili collaboratori. Alla sua voce si è unita quella dall’assessore alle Manifestazioni Marco Lovisolo che ha espresso la sua soddisfazione per la compagine direttiva che affiancherà una persona di valore capace di portare una ventata di rinnovamento e di professionalità che riuscirà a far trionfare i colori di Nizza; si cercherà anche di spiegare la necessità del coinvolgimento di tutti concittadini al fine di compiere al meglio la mole di lavoro che c’è a monte per affrontare l’impegno culminate nella corsa settembrina nel capoluogo e che già interessa tanti sponsor sia locali che nazionali.

Ad affiancare il nuovo rettore nel suo compito ecco una schiera di esperti collaboratori che si sono assunti specifici compiti a seconda delle competenze maturate: per la commissione corse sarà referente Stefano Vaccaneo, per quella artistica Alessandra Cordioli, gli sbandieratori ed i musici saranno supervisionati da Paola Cassino mentre l’organizzazione delle manifestazioni più specifiche è affidata a Francesco Diotti e Maurizio Martino.

Domenico Bussi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *