Le iniziative di Nizza Monferrato dopo il rinvio della Corsa delle Botti

A Nizza Monferrato grande rimpianto di questi giorni è stata l’impossibilità di realizzare la doppia manifestazione nata dall’abbinamento della Corsa delle botti con Monferrato in tavola rinviata all’anno prossimo di cui si è comunque voluto fare tangibile memoria. Ha detto l’assessore Marco Lovisolo che ai nicesi non è bastato il rimpianto poiché ad esso si è fatta seguire una dimostrazione di volontà di recupero facendo rivivere per quanto possibile i momenti salienti dell’evento, ovviamente con partecipanti ridotti al minimo, ma trasmessi in rete. Alla sintesi di un video è stata affidata la testimonianza della pesata e poi marchiatura una botte con ben in chiaro il riferimento al 2020 affinché rimanga a perenne ricordo della mancata edizione ed auspico per quelle a venire.

Parallelamente sulla rete è possibile seguire le simulazioni delle squadre degli “spingitori” intenti in un allenamento che, pur non utile sul campo, servirà a rinfrancare lo spirito.

Tutti gli internauti sono poi invitati a partecipare ad un concorso ideato da Fabio Terranova di Transfer grafica con la collaborazione di Monica Bosio dell’Ufficio informazioni turistiche.

Per parteciparvi basterà pubblicare una storia con immagini delle precedenti edizioni della manifestazione sulle pagine di “transfer_grafica” o “iatnizzamonferrato”.
Al termine saranno estratti a sorte i premi: due pannelli con la fotografia del partecipante, cuffie bluetooth, teli mare, magliette ed altri indumenti con il marchio ufficiale dell’iniziativa.

Se l’annullamento della grande festa corale è stato il fatto più significativo della vita nicese, purtroppo ben altri e più gravi sono i problemi che l’Amministrazione deve affrontare. Tra questi, afferma il sindaco Simone Nosenzo, il rilancio del commercio al dettaglio.
Tramite una locandina è stato rivolto un appello a tutta la popolazione a rivolgersi agli esercizi cittadini sia per quando riguarda gli acquisti ma anche per ogni altro genere di necessità.

Anche il classico appuntamento della III domenica del mese con il mercatino dell’antiquariato potrebbe essere ripreso. Si valuta la possibilità di organizzare anche eventi ludico – culturali che nel limite della sicurezza permettano di favorire la socializzazione ripensando con nuove formule gli appuntamenti dell’Estate nicese; ess potrebbero svolgersi nell’ampia piazza Garibaldi.

L’assessore Ausilia Quaglia ha anche annunciato una preapertura del Giardino dei Giusti quale angolo di relax e raccoglimento anche se l’inaugurazione ufficiale è prevista per l’autunno.

Conclude il vicesindaco Pierpaolo Verri “Ripartiranno anche i lavori pubblici con la partecipazione al bando per la risistemazione del camposanto.

In preventivo un impegno di 100 mila euro di cui metà a carico del Comune per la risistemazione dei viali e la costruzione di un edificio da adibire a magazzino e servizi”.
Domenico Bussi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *