I Trelilu inaugurano la stagione teatrale “Le colline fanno spettacolo”

TRELILUSotto la direzione artistica di Mario Nosengo di Arte&Tecnica, la stagione teatrale “Le colline fanno spettacolo – Mac da Rije”, organizzata dall’Unione dei Comuni di Canelli e Moasca con l’enoteca Regionale di Canelli, inaugurata domenica 14 giugno, inizia con lo spettacolo dei Trelilu giovedì 25 giugno, alle 21.15, sulla piazza di Moasca con “Il Bello deve ancora venire”.

Con la loro comicità surreale i mitici Trelilu colgono il senso del nuovo spettacolo: “Nella vita c’è del bello e c’è del brutto, ma se non sei gabia prendi solo il bello. Poi se proprio vuoi puoi anche prendere tutto, ma ben facile che vai a rabello. Se po’ er temp u fa mac lik&lak, ‘na ragione di più: a Moasca ij-àn pruntà tut, e sul più bello brinderemo insieme con il brut. Su che la vita va differenziata! Apperciò che quest’anno i Trelilu vi hanno preparato tre bei bidoni: il bello, il brutto e l’umido. Disbrogliati a far parte anche tu dell’organico, pernotta alla veloce il biglietto, forsa, prima che te li barbano gli altri!”.

Melodie originali, di vario genere popolare, testi alla cui comicità non si può resistere, spontaneità dei personaggi proposti (Lilu, semplici, per l’appunto), fascino del grezzo, voglia di ridersi addosso: questi, e l’uso della lingua piemontese e di italianismi maccheronici sono gli elementi che caratterizzano i Trelilu, sempre a cavallo tra musica e cabaret, in un misto di divertimento tragicomico e surreale. Il gruppo è composto da: Maestro Spiegazza, detto Beca (voce); Bertu (chitarra, voce); Peru (Clarinetto, cori e ciarafi) e Franco (contrabbasso, cori e altri ciarafi), una formazione di grande livello musicale e di forte impatto comico.
Per informazioni e prenotazioni 3738695116 oppure info@arteetecnica.it. (Enoteca Regionale di Canelli 0141820280 info@enotecaregionaledicanelli.it)

Spettacoli a pagamento (tranne il 3 e il 16 luglio e il 26 settembre ad ingresso libero. Interi 10 euro, ridotti 8 euro (under 18, Utea e Unitre Nizza Canelli e possessori tagliandino de La Stampa). La stagione è resa possibile grazie ai contributi di: Fondazione CRAsti, Cavagnino & Gatti, F.lli Scarampi, Punto Bere, Enos e Marmoinox. Media partner La Stampa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *