Si apre il Bagna Cauda Day: previsti 7000 posti

Torna il Bagna Cauda Day: sarà festa grande e durerà un intero week-end: venerdì 21, sabato 22 a cena e domenica 23 novembre a pranzo. Nelle cantine storiche di Asti e in altri 50 tra ristoranti e vinerie della città, del Monferrato, di Langa e Roero sarà cucinata la Bagna Cauda, secondo tradizione. La novità sta nel prezzo fisso: 25 euro a persona in tutti i locali dalla trattoria al ristorante stellato.
Il vino merita un discorso a parte. Ogni ristorante vedrà la presenza di un produttore astigiano, monferrino, di Langa o del Roero, che lo proporrà al prezzo promozionale di 8 euro a bottiglia.

Nel centro di Asti i portici di piazza delle Erbe e piazza San Secondo, torneranno ai profumi di un tempo con il Bagna Cauda Market: bancarelle di verdure, acciughe, olio, i tipici “fujiot” e tutto quanto serve per la bagna cauda casalinga.

Il “Bagna Cauda Day” è ideato, “per chi non ha la puzza al naso”, dalla rivista “Astigiani”, edita dall’omonima associazione. Una rivista di storia che diventa promotore di un evento di recupero e riscoperta di un piatto della tradizione piemontese definito povero, ma in realtà ricco di valori e stimoli culturali.

7000 i posti a tavola complessivi che si possono prenotare telefonando direttamente ai locali di Asti indicati sul sito www.bagnacaudaday.it E non ci sarà solo Bagna Cauda.

Al primo Bagna Cauda Day dell’anno scorso hanno aderito anche ristoranti lontani: dal mitico ”Barbetta” di New York alla vineria “Uva” di Shanghai e poi altri locali a Barcellona, Toronto e perfino a Tonga, l’isola del Pacifico.

A Monaco di Baviera celebrano l’October Fest, Asti e il Piemonte puntano sul novembre dedicato alla Bagna Cauda, senza dimenticare l’ironia a cominciare dal logo: Bagna Cauda Day si può leggere anche Bagna Cauda d’aj, ciòè d’aglio in piemontese.

Bagna Cauda Nanna: una decina di alberghi e agriturismo propongono pernottamenti a prezzi convenzionati per i bagnacaudisti per affrontare il viaggio di ritorno riposati.

Bagna Cauda Girulé: mostre, cantine, distillerie, musei aperti per aggiungere e soddisfare curiosità.

Kit del dopo Bagna Cauda: verrà proposta a 5 euro una confezione con dentifricio in versione “Baciami subito”, la magnesia effervescente, un mignon digestivo di Toccasana Negro, cioccolatini extrafondenti di Gobino.

Acciù: la mascotte portafortuna del Bagna Cauda Day. Acciughe in stoffa imbottita cucite interamente a mano. Colorati pezzi unici.

Bagna Cauda click: Selfie e foto dela Bagna Cauda Day, inviati a info@bagnacaudaday.it partecipranno ad una selezione e i più divertenti saranno premiati.

Barbera Kiss: Molto atteso il “coraggioso” bacio di mezzanotte che i bagnacaudisti si scambieranno in piazza San Secondo ad Asti il venerdì e il sabato. Un modo allegro e coinvolgente che si potrà svolgere anche nei locali per festeggiare il Bagna Cauda Day con un vin brulé offerto dal Consorzo Vini d’Asti e del Monferrato.
Zero tensostrutture e zero plastica per piatti posate e bicchieri nel rispetto dell’ambiente e della tradizione.

Per informazioni, adesioni e curiosità: Astigiani risponde al 324.5654070, www.astigiani.it e www.bagnacaudaday.it oppure su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *