La rassegna Nizza D’Autore propone letture, recitazioni, canzoni d’autore e musical

locandina NIZZA D'AUTORELe Associazioni Pro Loco di Nizza Monferrato, Spasso Carrabile e L’Erca, in collaborazione e con il Patrocinio del Comune di Nizza Monferrato, propongono l’edizione 2015 della Rassegna Nizza D’Autore che, in quest’edizione, presenterà spettacoli alquanto vari, con letture, recitazioni, canzoni d’autore e musical. Tre le serate: 

Sabato 24 ottobre, alle ore 21.15, sul palco del Foro Boario, vedremo “L’ultimo giorno di sole”, uno spettacolo di Giorgio Faletti, con testi e musiche da lui scritti appositamente per l’interprete Chiara Buratti, con regia di Fausto Brizzi, aiuto regia e luci di Tommaso Massimo Rotella, scenografie di Francesco Fassone, arrangiamenti di Andrea Mirò, prodotto da Produzioni Fuorivia e Orlantibor. Uno spettacolo certamente “D’Autore” realizzato dall’artista astigiano più compianto e più eclettico di tutti: Giorgio Faletti. Parole e musica per rendere omaggio a un grande artista della nostra terra che ci ha lasciato troppo, troppo presto. Lo spettacolo è ulteriormente impreziosito dalla presenza e della voce di Chiara Buratti: che è una delle artiste del momento, essendo stata recentemente candidata alla prestigiosa Targa Tenco 2015 nella categoria Interprete di canzoni non proprie, proprio con il disco L’ultimo giorno di sole, che da il nome allo spettacolo.

Sabato 31 ottobre, alle ore 21, all’Auditorium Trinità, assisteremo, all’interno della programmazione della Fiera di San Carlo, a “Ferite a morte”: le voci femminili della Biblioteca G. Monticone di Canelli propongono letture tratte dall’omonimo libro di Serena Dandini Storie vere di donne violate nell’anima e nel corpo, per dare voce a chi da viva ha parlato poco o è stata poco ascoltata, per infondere coraggio a chi può fare ancora in tempo a salvarsi.

Lo spettacolo sarà preceduto e accompagnato da un’installazione di scarpe rosse poste, a partire dalle ore 12, in piazza Martiri di Alessandria e lungo il tratto di via Pistone che la separa dall’Auditorium Trinità. Scarpe rosse come il sangue che ogni giorno le donne versano per mano degli uomini che dicono di amarle, ma che sono anche rosse come l’energia vitale e la volontà di opporsi ai maltrattamenti di chi continua a interrompere il cammino di molte donne.

“Scarpe rosse” è il progetto di arte pubblica dell’artista messicana Elina Chauvet contro il femminicidio, dedicato alle centinaia di vittime di Ciudad Juarez e a tutte le donne che hanno subito violenza.

L’ingresso allo spettacolo è gratuito ma è gradita la prenotazione da effettuarsi: nei giorni feriali, da Cristina Calzature in piazza Garibaldi n. 72 tel. 0141/702708; la domenica presso l’ Ufficio I.A.T. c/o Foro Boario, in piazza Garibaldi n. 80 tel. 0141/727516.

La rassegna terminerà domenica 29 novembre quando, alle ore 16.30, andrà in scena al Foro Boario “Vita da Orchi”. Lo spettacolo, che riprende le vicende di Shrek, noto personaggio d’animazione, è un musical proposto dalla Compagnia La Bohème.

Qui lo spettacolo è “d’Autore” perché propone una storia universalmente conosciuta dai più piccoli, ma che saprà sorprendere anche i genitori che li accompagneranno, ed è comunque legato al territorio perché prodotto e portato in scena da una compagnia piemontese: La Bohème, una delle migliori espressioni della F.I.T.A. (Federazione Italiana Teatro Amatori). Tutte queste iniziative saranno proposte a prezzi fortemente calmierati, eccetto lo spettacolo Ferite a Morte che sarà a ingresso gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *