La minoranza di Fogliati assicura idee e impegno a favore dell’amministrazione canellese

Il consigliere comunale di minoranza di Canelli Fausto Fogliati,  capogruppo della lista civica “Per Canelli”, da noi intervistato, ha rilasciato questa dichiarazione:

«Inizia il 2020 con l’auspicio che l’Amministrazione, terminato il semestre di “ambientamento e rodaggio”, imprima una velocità maggiore all’attività del Comune.

I temi sensibili sono sempre gli stessi, con qualche allarme in più: decoro urbano, circolazione e parcheggi, commercio e turismo, servizi e politiche attive per la cittadinanza.
Il decoro urbano è stato il primo impegno che il Sindaco si è assunto: ora attendiamo le iniziative e le conseguenti ricadute positive per la cittadinanza. Ad esempio: pulizia della città e miglioramento dell’illuminazione, anche nelle frazioni. E magari con qualche idea in più per il verde urbano: un concorso di idee fra i professionisti, perché no?
Circolazione e parcheggi creano non poche difficoltà di accesso e possibilità di godere della nostra città, specie per chi viene da fuori. Non vorrei che mettere mano a una responsabile revisione dell’assetto attuale fosse diventata un questione di difesa d’ufficio dell’operato delle precedenti amministrazioni.
Se così fosse, la politica darebbe una brutta prova di sé: correggere le iniziative è solamente una questione di buon senso, niente altro (vedi l’estensione dell’apertura di piazza Amedeo d’Aosta). A questo si aggiunga anche l’emergenza frane sulle frazioni, creatasi nel corso di quest’inverno e su cui, devo dare atto il Comune si sta muovendo con celerità.
L’UNESCO bussa alle nostre porte, con qualche timido segnale di afflusso di turismo, specie proveniente da Oltralpe. Se ci organizziamo e riuniamo intorno a un tavolo, a Canelli, i soggetti che posso dare una spinta a creare maggior coscienza delle possibilità che può portare questo riconoscimento, aggiungiamo a quello che è stato fatto, un elemento in più.
Devo dare atto che l’Amministrazione ha accettato e sviluppato, su impulso del nostro gruppo di minoranza, la creazione di una Commissione Speciale Unesco, che potrebbe essere il contenitore perfetto, istituzionale per questo genere di iniziative.
Il commercio, ora e al più presto, ha necessità dello sviluppo di un piano commerciale e nello specifico di un piano di insediamento, fatto di misure concrete di intervento, per rendere nuovamente appetibile il nostro centro cittadino. Lo dicevamo in campagna elettorale, e anche nel corso dell’ultimo consiglio comunale; prendo atto che la Giunta, sulla stampa, ha preso atto di questa necessità., aderendo agli stimoli.
Ora bisogna passare alla fase operativa, anche con l’ausilio della rinata Associazione Commercianti.
Per quanto riguarda i servizi, occorre ampliare l’offerta che la nostra scuola locale porta all’utenza: prescuola, doposcuola, mensa, campi estivi, miglioramento dei trasporti e dell’offerta sportiva. Ciò è essenziale per un fornire un servizio articolato e completo alle famiglie ed evitare un impoverimento dell’offerta scolastica che potrebbe portare a “spiacevoli” migrazioni verso strutture a noi vicine che in questo ambito offrono qualcosa in più.
Come ben si vede, le priorità elencate sono tutt’altro che marginali, impensabile sottovalutarle o rimandare l’impegno ad affrontarle ad altra data. L’impegno di questa minoranza, come detto fin dal primo Consiglio Comunale, è portare idee e impegno a favore dell’Amministrazione, senza barricate ideologiche o inconcludenti provocazioni o iniziative senza alcun senso pratico. Non a ogni costo, ovvio, sapendo bene che spetta a chi ha vinto le elezioni agire in modo efficace e tempestivo.»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *