Il canellese Andrea Faccio nuovo presidente della Federazione nazionale vitivinicola di Confagricoltura

Andrea FaccioAndrea Faccio, 44 anni, produttore vinicolo canellese con vigne e cantina a Canelli e ad Agliano Terme, è il nuovo presidente della Federazione nazionale vitivinicola di Confagricoltura che fa capo all’associazione di categoria guidata da Mario Guidi.

Faccio, che è subentrato al friulano Piergiovanni Pistoni, è anche vicepresidente di Confagricoltura Asti e presidente della sezione vino regionale di Confagricoltura Piemonte.

«La mia nomina ha di fatto riconosciuto l’impegno e il lavoro degli imprenditori vitivinicoli piemontesi – ha detto Faccio -. Ora – ha aggiunto – bisogna lavorare al meglio per condurre la filiera del vino italiano ai vertici dei mercati, avviando collaborazioni virtuose e proficue tra gli attori del comparto e con le Istituzioni che devono essere coinvolte nella governace di un settore come quello vinicolo sempre più strategico per l’economia e la società italiane».

Parole di soddisfazione e di plauso anche dai vertici di Confagricoltura Asti. Per il presidente provinciale, Massimo Forno, anche lui produttore vinicolo, la nomina di Faccio è il coronamento di un impegno personale costante e costruttivo: «Andrea si è sempre speso con energia e competenza per il settore. Averlo come presidente nazionale della Federazione vitivinicola di Confagricoltura, che raggruppa le più grandi aziende vitivinicole italiane, non è solo un vanto, ma anche una risorsa che farà bene all’Italia, al Piemonte e all’Astigiano».

Dello stesso tenore le dichiarazioni del direttore provinciale, Francesco Giaquinta: «Andrea Faccio è l’uomo giusto al posto giusto. Noi di Confagricoltura Asti lo abbiamo sempre apprezzato per le sue doti di imprenditore serio, concreto e competente. Siamo orgogliosi della sua nomina e certi che saprà fare bene nell’interesse esclusivo di un comparto che deve crescere ed evolversi per vincere le sfide future che la globalizzazione e la crisi economica riservano».

, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *