La Regione Piemonte, a fianco del “dono”, abbraccia Aido

Dopo l’importante accordo sottoscritto da AIDO con il capoluogo piemontese, Torino, per un progetto d’indubbio spessore nel contesto “città metropolitana” e dopo le tantissime collaborazioni profuse dalla rete associativa legata alla donazione di organi, tessuti e cellule grazie alle Sezioni Provinciali di coordinamento territoriale e le decine e decine di Gruppi Comunali, ecco un nuovo e preziosissimo documento legato alla Regione.
“Dopo 33 anni d’impegno associativo non posso che essere davvero molto soddisfatto di quello che ritengo l’accordo progettuale di maggior valenza ed utilità sociale a supporto della sofferenza dei 8382 malati in lista d’attesa per un trapianto” – dice visibilmente soddisfatto il Presidente AIDO Piemonte Valter Mione che aggiunge – “Un accordo che porterà a promuovere una campagna di sensibilizzazione al “dono” sull’intero territorio regionale per un percorso utile a preservare la vita grazie ad informazione, cultura ed adesione ad un gesto generoso, d’amore verso gli altri”.
L’importante documento è stato approvato all’unanimità dal parlamentino subalpino senza alcun “gioco di parte” dimostrando in questo caso sensibilità e coesione sinergica riconoscendo con grande forza l’Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule “targata” Piemonte grande competenza, serietà e professionalità visti anche i 99.120 “candidati donatori/soci” che ad oggi hanno aderito al “dono”.
“Un ringraziamento particolare” – continua Mione – “è assolutamente dovuto agli amministratori regionali Monica Canalis, Andrea Tronzano e Luigi Genesio Icardi che hanno abbracciato AIDO certo che a settembre facendo squadra unitamente al Centro Regionale Trapianti ed al Comune di Torino si possa, in occasione della Giornata Nazionale AIDO, dare massima evidenza ed attenzione ad un percorso legato alla tutela della vita”.
Entusiasta la Presidente di AIDO Provinciale di Asti Irene Testa “Questo accordo è veramente importante per tutto il mondo AIDO piemontese e i volontari della provincia di Asti l’hanno accolto con soddisfazione: siamo pronti a fornire la nostra collaborazione con l’impegno di sempre!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.