Diciottomila euro pro terremotati e adozioni a distanza, a Cossano Belbo

Quasi diciottomila euro raccolti a Cossano Belbo per mandare un aiuto ai terremotati del centro Italia e per le adozioni a distanza.

«Una cifra considerevole per una popolazione di circa mille abitanti», dice l’assessore comunale Luca Tosa, «a dimostrazione di una grande sensibilità verso persone più sfortunate». Aggiunge Tosa: «La consegna dei fondi per i terremotati avverrà nelle prossime settimane, non appena avremo individuato un preciso progetto di ricostruzione, per avere la sicurezza che i soldi raccolti vengano utilizzati correttamente». Alla raccolta delle offerte hanno partecipato, oltre che ai privati cittadini, anche le aziende e le Associazioni cossanesi.

Nel dettaglio: vendita calendari (6.053 euro), tombola di Natale (313 euro), cantoria parrocchiale (301 euro), donatori di sangue Fidas (1.500 euro) e festa in borgata di San Martino (800 euro).

Una seconda raccolta di offerte è stata realizzata, come ogni anno, dal gruppo per le adozioni a distanza. In questo caso, complessivamente, sono stati raccolti 8.400 euro per 42 adozioni. «Un ottimo risultato», afferma il sindaco Mauro Noè, «frutto del lavoro di un’Associazione motivata e ben coordinata da Pina Grazia».

I soldi sono già stati consegnati al responsabile della Caritas albese, don Gino Chiesa. Intanto, la raccolta delle offerte per i terremotati continua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *