Oicce, convegno storico su “Il mercato del vino italiano nell’800”

POLLENZO

Un nuovo convegno storico dal titolo “Il mercato del vino italiano nel 1800” organizzato dal Gruppo OICCE (Organizzazione Interprofessionale per la Comunicazione delle Conoscenze in Enologia) per la Cultura Vitivinicola, guidato da Giusi Mainardi, storica del vino. si terrà, venerdì 25 novembre 2016, alle ore 15,30, nella Aula Magna Università di Scienze Gastronomiche nel Complesso Carloalbertino di Pollenzo (Bra-CN), un bellissimo sito iscritto al Patrimonio Mondiale UNESCO.

In due precedenti giornate di studio realizzate dall’OICCE si è parlato della storia vitivinicola italiana nel 1800.
Il primo importante incontro ha fatto il punto sulle conoscenze che si avevano sui vitigni nel XIX Secolo, e sullo sviluppo dell’Ampelografia nell’Italia ottocentesca.
Il passo successivo ha concentrato l’attenzione su quanto di importante avvenne nell’Enologia italiana del XIX Secolo. Tutto è stato documentato con la pubblicazione degli Atti.
In questo nuovo appuntamento si vedrà come si è trasformato il mercato del vino italiano in quel secolo così importante.
Come è evoluta la sua qualità? Quale immagine ha saputo lanciare? Che posizione hanno tenuto le diverse regioni italiane? Quale retaggio ha lasciato a noi, oggi, il mercato del vino italiano del 1800?

Sarà un’ottima opportunità per scoprire le vere e appassionanti vicende del vino italiano, che nel 1800 conobbe una rivoluzione non solo nelle tecniche, ma anche nelle sue posizioni sui mercati. Da quella realtà discendono ancora molti indirizzi del commercio attuale. C’è molto che possiamo imparare dal 1800 per valorizzare il nostro vino anche nelle strategie commerciali contemporanee.

Per ragioni organizzative è gradita l’iscrizione alla Segreteria OICCE: info@oicce.it – tel. 0141 822607.
Saluti di: Pietro Piccarolo, Presidente dell’Accademia di Agricoltura di Torino; Mario Ubigli, Presidente OICCE.
Conduce: Giusi Mainardi, Storica del vino

Interverranno relatori d’eccellenza, profondi conoscitori della realtà enologica delle diverse regioni della nostra Penisola edella sua storia vitivinicola:
Mario Ubigli Gruppo OICCE per la Cultura Vitivinicola
Il mercato del vino nell’800: l’avvio del processo di identità e di miglioramento qualitativo del vino piemontese.
Aldo Actis Caporale Accademia di Agricoltura di Torino, Considerazioni sulla produzione e commercializzazione vinicola canavesana nell’Ottocento.
Alessandro Carassale Centro Studi per la Storia dell’Alimentazione e della Cultura Materiale Anna Maria Nada Patrone – CeSA, Il vino ligure nel XIX secolo: produzione, qualità e commercio.
Claudio Fabbro Agronomo-Enologo, Armonie enoiche autoctone, mitteleuropee e francesi nel “Vigneto Friuli” dell’800.
Luciano Maffi Università Cattolica del Sacro Cuore – Milano, «Così squisiti da poter pareggiare i migliori del Piemonte», Commercio di uva e vini dell’Oltrepò Pavese nel XIX secolo.
Paolo Storchi – Carlo Viviani CRA Unità di ricerca per la Viticoltura-Arezzo – Accademia Italiana della Vite e del Vino, Aspetti commerciali ed economici del vino nella Toscana del XIX Secolo.
Giusi Mainardi-Pierstefano Berta Gruppo OICCE per la Cultura Vitivinicola, La nascita delle prime Società Enologiche italiane.

Per favorire la divulgazione della cultura del vino, l’ingresso sarà libero. È gradita l’iscrizione presso la Segreteria OICCE: info@oicce.it – telefono: 0141 822607.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *