Denunciati per smaltimento illecito di rifiuti speciali

A seguito di alcune segnalazioni da parte di privati, che in varie occasioni avevano notato fumo nero e puzza di bruciato nell’aria, nel pomeriggio del 12 gennaio, i carabinieri di Bubbio, in collaborazione con quelli di Roccaverano e di Canelli, nelle aree boschive di regione San Vittore di Montabone, coglievano sul fatto due pregiudicati, un 55enne canellese ed un 50enne macedone, che avevano appena dato fuoco ad una ingente catasta di rifiuti vari che gli stessi avevano trasportato.

Tra i rifiuti vi erano materassi, armadi, contenitori alimentari, parti di automobili e cavi elettrici dai quali, al termine della combustione, possono essere recuperati i fili di rame presenti all’interno.

Per domare le fiamme che erano immediatamente divampate ed impedire che le stesse raggiungessero il bosco vicino, diventando pericolose anche per le abitazioni, si rendeva necessario l’intervento dei vigili del fuoco di Canelli. I due venivano deferiti in stato di libertà per smaltimento illecito di rifiuti speciali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *