Al CPIA di Asti, “Il buongusto come elemento aggregante delle etnie del paesaggio Unesco”

volantino-cpiaNella sede di Asti del C.P.I.A., in piazza Leonardo da Vinci n. 22, col titolo “Il buongusto come elemento aggregante delle etnie del paesaggio Unesco”, sono stati organizzati dal C.P.I.A., in collaborazione con Asti Ali e Radici-Astigiani nel Mondo, incontri formativi per docenti, professionisti, studenti e cittadini.
Al primo su “Il paesaggio e la bellezza”, svoltosi venerdì 14 ottobre, seguiranno:

Venerdì 4 novembre. dalle ore 18 alle 20, nella sede di Asti del C.P.I.A. in piazza Leonardo da Vinci n. 22, si parlerà di “Vite d’emigrante e paesaggi Unesco”.
Relatori:
Enrique Ferro, produttore vitivinicolo californiano di origini astigiane
Renato Grimaldi, Professore Ordinario, Filosofia e Scienze dell’Educazione Università di Torino
Ilona Zaharieva, Presidente Associazione Culturale “Il Ponte di pietra”, Canelli
Enrico Ercole, Professore Associato di Sociologia del Territorio, Università del Piemonte Orientale
Chairman: Guido Sodano, Agronomo, Asti Ali e Radici – Astigiani nel Mondo

Venerdì 25 novembre, dalle ore ore 18 alle 20, il tema sarà “Le diverse culture nei piatti. Cibo e rito”.
Relatori: Piercarlo Grimaldi, Rettore Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo
Giorgio Calabrese, Docente di Alimentazione e Nutrizione, Università del Piemonte Orientale.
Chairman: Beppe Rovera, Giornalista RAI, storico curatore di Ambiente Italia.

Durante il primo incontro è stata presentata inoltre l’iniziativa del Concorso Fotografico per studenti stranieri di ogni ordine scolastico dal tema: “Con altri occhi. La bellezza individuata da chi viene da lontano”. Un’opportunità per scattare immagini fotografiche su come viene intesa la bellezza nella nostra città e nelle colline circostanti per chi viene da un’altra terra e incontra emozioni, natura e paesaggi diversi dal nostro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *