>> Trasporto pubblico locale ridotto per i tagli della Regione

La Regione Piemonte ha disposto, per l’anno in corso, una riduzione del 15% dei finanziamenti destinati alla provincia di Asti per il trasporto pubblico locale extraurbano su gomma(circa 1 milione di euro).

A questo proposito l’Assessore ai Trasporti Antonio Baudo ha dichiarato: “Per la Provincia di Asti questo provvedimento porta ad una riduzione dei servizi attualmente offerti (circa 700.000 km.). I nostri uffici provinciali hanno provveduto ad elaborare una riduzione dei servizi intervenendo in particolar modo sulle corse caratterizzate dalla bassissima utenza, (specie in orari serali), eliminando molte corse festive e riducendo al minimo il servizio nel mese di agosto, riorganizzando e ridimensionando il servizio speciale per soggetti con difficoltà motorie ed il servizio in area a domanda debole”.

Il nuovo programma rimodellato verrà attivato per fasi: una prima tranche, molto ridotta, dal 13 febbraio prossimo, una seconda il 1° marzo, una terza, il 1° aprile, mentre le corse scolastiche saranno comunque garantite con gli stessi orari e percorsi oggi in vigore.

Spiega l’assessore: “La speranza è quella di riavere, entro breve tempo, dalla Regione Piemonte le cifre non riconosciute, e comunque, l’applicazione di tale riduzione vuole essere il punto di partenza per una successiva riorganizzazione dei servizi di trasporto pubblico per il territorio astigiano. L’amministrazione provinciale cercherà, pur avviando la riduzione del servizio, di ottimizzare e rendere maggiormente efficiente il trasporto pubblico su gomma, con le risorse a disposizione, continuando a rispondere alla effettiva domanda di mobilità del territorio”.

Le informazioni relative al servizio di trasporto pubblico di linea extraurbano offerto potranno essere reperite direttamente sul sito della Provincia di Asti, sezione trasporti pubblici persone o rivolgendosi direttamente al Consorzio Astigiano COAS  sito www.consorziocoas.it  – numero verde 800- 978579.

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *