Sport, movimento, benessere e sana alimentazione, un polo piemontese ad Asti

Un polo piemontese dedicato allo sport, al movimento, al benessere e alla sana alimentazione ad Asti creato nel polo universitario Asti Studi Superiori.

L’idea germinata all’interno delle attività del corso di laurea in Scienze Motorie e Sportive dell’Università degli Studi di Torino, insediato ad Asti da un decennio, oggi si è concretizzata.

L’occasione per ufficializzare il progetto è stata data, oggi, nell’ambito del seminario #Dillo a tutti Tour ospitato nell’aula magna, dove si sono incontrati il presidente del Consiglio Regionale del Piemonte, Mauro Laus, il presidente del consorzio Asti Studi Superiori, Michele Maggiora, il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Mario Sacco, l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Asti, Alberto Ghigo, l’assessore allo sport del Comune, Beppe Basso, il presidente CUS Piemonte Centro Universitario Sportivo, Riccardo D’Elicio, il direttore del CUS, Andrea Ippolito, il presidente della Scuola Suism dell’Università di Torino, Giorgio Gilli, il coordinatore del corso astigiano, Giovanni Musella.

Presenti ai lavori la consigliera regionale, Angela Motta, il docente della Suism astigiana, Giuseppe Alloatti , il direttore del polo Astiss, Francesco Scalfari. Il gruppo di lavoro si è incontrato, prima in biblioteca universitaria, successivamente nell’aula magna dove sono intervenuti oltre duecento studenti di scienze motorie.

La sinergia fra la Regione, Consiglio del Piemonte, l’Università di Torino, il Cus Torino, Astiss, le istituzioni locali, porterà nel medio-lungo termine alla creazione di strutture e servizi (palestre, luoghi per fare sport e incontrarsi) che gravitano sul polo universitario locale, a disposizione degli oltre mille studenti universitari e della cittadinanza.

Lo scopo, è stato spiegato, è quello di favorire lo sport e il movimento per tutti finalizzato al benessere e alla salute fisica con un’attenzione all’alimentazione. In quest’ottica Astiss con i corsi di laurea di Torino e del Piemonte Orientale (Scienze Motorie e Sportive, Infermieristica, Tecnologie alimentari, Servizio Sociale) ha dimostrato di avere l’esperienza e tutte le carte per sviluppare il progetto con positive ricadute sulla popolazione e, di più, divenendo polo di attrazione nazionale per i giovani che decidono di iscriversi all’università ad Asti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *