Anche le auto storiche al 26° Rally del Tartufo

La bella compagnia delle auto storiche al 26° Rally del Tartufo vede cinque equipaggi al via della prima prova speciale con i torinesi Roberto Mosso e Rosanna Bramante che ottengono il miglior tempo alla guida di una Opel Ascona 400 seguiti dal canellese Gianluca Tanzi con Fabio Servi su Opel Manta a 21”0 e terzi in prova giungono il costigliolese Cesare Bianco affiancato dall’alessandrino Alberto Zambruno su Fiat 124 Spyder a 40”2. Le fanciulle da corsa di Collegno, Francesca e Monica Mosso, al volante della loro Lancia Fulvia Coupè chiudono al quarto posto ad oltre due minuti e mezzo. Problemi tecnici alla loro Ford Escort fermano la corsa degli astigiani Giampaolo Icardi e Flavio Aivano.

La seconda speciale vede giungere prima al traguardo la Opel Manta di Tanzi e dopo 9”9 la Opel Ascona di Mosso che però mantiene sempre la momentanea leadership nella classifica provvisoria. Bianco e le giovani sorelle Mosso proseguono la loro gara divertimento.

Per le storiche la terza prova viene annullata causa la sospensione durante il passaggio delle moderne per un incidente occorso alla vettura numero 26 senza danni alle persone.

La ripetizione della Piancanelli vede un altra vittoria di Roberto Mosso su Gianluca Tanzi, a seguire Bianco-Zambruno e le figlie di Roberto Mosso, Francesca e Monica entrambe under 23.

La quinta prova, secondo passaggio sulla Madonna della Neve, è una fotocopia della precedente con vittoria di Roberto Mosso su Gianluca Tanzi, a seguire Bianco-Zambruno e l’equipaggio in rosa Mosso. L’equipaggio Mosso Bramante però, quinto controllo orario arriva con 14 minuti di ritardo e dalla Direzione gli viene assegnata una penalità di 2’20 che di fatto gli fa perdere leadership e gara.

Piesse sei, Mosso-Bramante confezionando un’altra vittoria parziale, anche se impossibile da recuperare il ritardo causato dalla penalità, mentre al secondo posto si piazzano Bianco-Zambruno con la loro Fiat 124 Spyder azzurra davanti alla Opel Manta di Tanzi-Servi e alla Fulvia Coupè di Mosso-Mosso.

Piesse sette in trasferimento anche per le Auto Storiche con tempi imposti per tutti che di fatto non modificano la classifica assoluta. Mentre sull’ultima sono ancora Roberto Mosso e Rosanna Bramante i più veloci davanti a Tanzi-Servi, Bianco-Zambruno e Mosso-Mosso.

Alla fine però ha la meglio l’equipaggio formato dal canellese Gianluca Tanzi col torinese Fabio Servi su Opel Manta VM Motorsport, secondi Mosso-Bramante su Opel Ascona 400, terzi Bianco-Zambruno su Fiat 124 Spyder e quarte Mosso-Mosso su Lancia Fulvia Coupè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *