Presentate le squadre di pallapugno a Monastero Bormida

Pubblico delle grandi occasioni la sera di mercoledì 28 marzo nel salone “Ciriotti” del castello medioevale di Monastero Bormida,

dove l’Associazione Pallonistica Valle Bormida, con la collaborazione del Comune di Monastero, ha presentato agli sponsor, ai sostenitori e a tutta la popolazione le squadre che militeranno nel prossimo campionato di pallapugno nelle serie C2 e pantalera.

La Pallonistica Valle Bormida, guidata dallo storico presidente Beppe Stanga e dal vice Roberto Garbarino, è reduce da un 2017 sfortunato, partito con i migliori auspici e con una squadra competitiva in serie B che poi ha dovuto abbandonare il campionato per un grave infortunio al capitano. Ora si riparte dal basso, con una quadretta iscritta al campionato di C2 e due formazioni della pantalera, ma con la speranza di consolidare i risultati e di tornare presto nelle massime serie.

La presentazione ufficiale è avvenuta nel corso di una golosa apericena preparata dai volontari della Pallonistica, con prodotti e vini locali e ha visto sfilare i giocatori a cui sono affidate le speranze di tifosi e sostenitori.

Per la serie C2 la quadretta, sponsorizzata da Santero 958, è composta dal capitano Stefano Marenco di Neive, a cui si affiancano Luca Bonetto, Walter Nanetto e i monasteresi Raffaele Boatto e Simone Gallareto.

Due invece le formazioni della pantalera. Una è guidata dal veterano (e presidente della Pallonistica) Beppe Stanga, a cui si affiancano Lorenzo Cagno, Claudio Bertazzo, Claudio Bussi, Christian Fantuzzi, Marco Gallo, Daniele Passalacqua, Beppe Zunino e Walter Nanetto.

L’altra, tutta composta da giovanissimi, è capitanata da Stefano Cresta, coadiuvato da Raffaele Boatto, Simone Gallareto, Simone Bosca, Davide Garbarino, Enrico Garbarino e Riccardo Monteleone.

Il debutto della C2 sarà il 21 aprile a Neive, in un primo appassionante derby con la squadra della Neivese, a cui fino allo scorso anno apparteneva il capitano Marenco. Il campionato prevede 20 squadre, suddivise in due gironi. Più estivo invece il torneo della pantalera, che tradizionalmente suscita particolare interesse nei paesi per la sfida all’ultimo quindici tra squadre forse meno professionistiche ma di grande genuinità, entusiasmo e passione.

La società sta incrementando anche il vivaio, affidando alla giovane allenatrice e giocatrice Martina Garbarino il compito di formare i giovanissimi studenti della scuola primaria, per completare il panorama monasterese di questo antico e nobile sport, orgoglio della nostra terra.

La serata ha visto anche l’intervento di Marco Tardito, dirigente della Bioecoshop Bubbio, che proprio nello sferisterio di Monastero disputa per il secondo anno il campionato di serie A, guidata dal capitano Andrea Pettavino, che nella gara di esordio di sabato 31 marzo, ha battuto, nonostante l’interruzione per la pioggia, il 958 Santero Santo Stefano Belbo di Davide Barroero, fresco vincitore del campionato di serie B 2017 ed esordiente nella massima serie.

La collaborazione tra Monastero e Bubbio è un segno importante di come in Valle Bormida mettendo insieme le forze e le volontà del territorio si riescono ancora a fare grandi cose, nello sport e non solo.

Il Presidente della Pallonistica Valle Bormida, Beppe Stanga, ringrazia tutti i volontari e i soci che con il loro lavoro hanno permesso e garantiscono sia la manutenzione dello sferisterio, sia la gestione del bar, sia la realizzazione della squadra, nonché gli sponsor che nonostante i tempi grigi sostengono con entusiasmo questa bella esperienza sportiva che conferma per il 2018 ancora una volta la presenza di Monastero Bormida nel mondo del balòn.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *