Alla Festa dei Conferenti Gancia assegnati il Premio Fedeltà e il Premio Fortuna

La tradizionale Festa dei Conferenti si è svolta, venerdì 25 luglio, anche quest’anno alla Locanda Gancia di Santo Stefano Belbo. Una serata dedicata ai conferenti, cioè a quanti contribuiscono con il loro lavoro all’eccellenza dei prodotti di Casa Gancia, in un territorio “I paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato” che, a giugno, ha ottenuto dal Comitato  Unesco il riconoscimento di Patrimonio Mondiale dell’Umanità.
L’augurio di Casa Gancia è che il riconoscimento possa rimettere in moto lo sviluppo del sistema territoriale nel suo complesso, incentivando turismo e commercio.

IMG_0339Come ha sottolineato Roustam Tariko, Presidente di Gancia: “È grazie all’impegno, alla cura e alla lealtà dei conferenti se possiamo puntare ad essere sempre più riconosciuti in tutto il mondo come ambasciatori dello Spumante italiano. Gancia è un’azienda fortemente radicata sul territorio che grazie a questo asset e alla forza distributiva di Russian Standard sarà sempre più competitiva sul mercato internazionale”.

L’idea della candidatura – si è ricordato – è partita proprio da Canelli, nel 2003, per merito dell’amministrazione guidata dall’allora sindaco Oscar Bielli che aveva individuato nelle cantine storiche, significativamente chiamate “Cattedrali Sotterranee” (in una delle quali Casa Gancia ha creato il primo “Spumante italiano”), i’elemento storico-artistico-economico-culturale in grado di rappresentare l’unicità del territorio.

Nel corso della serata è stata presentata anche la nuova bottiglia ‘proprietaria’, già lanciata sul mercato internazionale e da settembre protagonista anche sul mercato italiano che sottolinea l’immagine premium di Gancia e la sua identità di marca unitaria a livello internazionale.

Ad animare la serata per le circa 700 persone attese alla Festa sono intervenuti due ospiti d’eccezione: il comico Raoul Cremona, celebre per i personaggi interpretati sul palco di Zelig, e il cantante russo Dmitry Malikov, che si è esibito sul palco prima del tradizionale brindisi di chiusura a base di vodka.
Animato il momento dedicato al Premio Fedeltà e al Premio Fortuna entrambi dedicati ai conferenti, protagonisti della festa. Hanno ricevuto il Premio Fedeltà: Luisella Cavallero di Loazzolo (mediatore Murialdi), Cascina La Carlotta di Alfredo Morino di Castel Boglione (mediatore Murialdi), Giuseppe Piano di S. Stefano Belbo (mediatore Oliva), Ettore Elia di Castiglione Tinella (Diretti).

IMG_0354Il “Premio Fortuna” ha visto come vincitori per estrazione dei numeri ricevuti all’ingresso: Chiavetta Giovanna trattorino, Diotto Giuseppina decespugliatore, Giribaldi Eleana decespugliatore, Marenco Sandro tagliasiepi, Povero Gianni decespugliatore, Bussi Arturo potatore.

Fondata nel 1850 da Carlo Gancia, il creatore del primo spumante italiano, Gancia è leader internazionale nella produzione di spumanti e vermouth. Con 2.000 ettari di vigneti e cinque milioni di kg di uve vinificate, Gancia produce spumante, vini fermi e aperitivi distribuiti in oltre 60 paesi in tutto il mondo. Il portfoglio dei vini frizzanti prodotti e distribuiti da Gancia spazia dal dolce al secco e dal metodo Charmat ad annate di prestigio fermentate per più di cinque anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *