Festivalfilm della Montagna, a Cuneo

Da giovedì 28 maggio a martedì 2 giugno, Festivalfilm della Montagna, a Cuneo, con la direzione artistica di Sandro Gastinelli e Marzia Pellegrino. Sei giorni di cinema, teatro, dibattiti, escursioni, incontri dedicati alle Terre Alte. Per Cuneo sempre più ”Capitale delle Alpi”.

L’equilibrio nel cinema sta spesso là tra l’attesa e l’azione, tra il silenzio e il frastuono, tra la luce e l’ombra, tra le cose dette e quelle non dette. L’equilibrio sta nei contenuti, nelle storie, nelle emozioni, è rimanere in bilico tra il passato e il presente, tra il lavoro e la famiglia, tra il dare e il ricevere, tra il fare e il dire.

uando l’equilibrio nel cinema si concretizza ecco che rimane facile farsi assorbire, rapire, catturare dalle storie che vanno via via sullo schermo.
Si cerca un particolare equilibrio anche nelle serate di FestivalFilm, che tornano a riempire d’emozione il Cinema Monviso.

Sono storie di equilibrio:
– tra il bianco e il nero delle fotografie di Clemence Kalischer in “La valle ritrovata”, di Erica Liffredo;
– tra lo sviluppo sostenibile e la tutela dell’ambiente in “Pianeta Marguareis” di Alessandro Ingaria;
– tra la volontà e la concretezza di Nicole Niquille in “La doppia vita di Nicole”;
– tra l’uomo e gli alberi in “Alberi che camminano” di Mattia Colombo;
– tra le pecore e il lupo in “WolfAlps, ululato sulle Alpi”;
– tra il lavoro e la solidarietà in “O manavis” di Dimitris Koutsiabasakos;
– tra l’educazione e il progresso in “Jon, Marchet e Braida” di Susanna Fanzun;
– tra il divertimento e la riflessione nei film d’animazione proposti da Alessandro Anderloni;
– tra la serenità e la vecchiaia in “Fratelli per sempre” di Frode Fimland;
– tra l’integrazione e le ambizioni in “Yema e Neka” di Matteo Valsecchi;
– tra la vita e la morte in “Sul filo” di Joseph Peaquin;
– tra la tradizione e la resistenza in “Ilmurràn” di Sandro Bozzolo;
– tra il silenzio e la volontà in “Nous saluerons la lune” di Camille Chaumereuil.

Come è ormai tradizione al Cuneo Montagna Festival saranno presenti ad accompagnare le loro storie gran parte degli autori e dei protagonisti, per emozionare, far riflettere, condividere, in costante equilibrio tra un sorriso e una lacrima.
http://www.festivaldellamontagna.it/film

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *