Alla cittadina onoraria Rita Levi Montalcini l’intitolazione dell’Università di Asti

Sabato 11 novembre, alle ore 11, nell’area Fabrizio De André-ex Caserma Colli di Felizzano (in corso Alfieri), ad Asti, a  Rita Levi Montalcini (1909 – 2012) neurobiologa e senatrice a vita, Premio Nobel per la Medicina nel 1986, cittadina onoraria di Asti l’anno successivo, sarà intitolata la sede del polo univeristario di Asti.

L’annuncio dell’intitolazione era stato fatto dal presidente del consorzio Asti Studi Superiori, Michele Maggiora,  nella recente convention nazionale dei delegati regionali della Fondazione Telethon, ospitata nel polo astigiano.

Il programma si aprirà alle 11 con la collocazione di una pianta di tiglio nelle aiuole davanti all’edificio dell’università, un gesto semplice e allo stesso simbolico per ricordare negli anni grandi personalità che, con la loro professione, hanno dato lustro e valore alla Città di Asti.

Si proseguirà con lo scoprimento di una targa che ricorda l’intitolazione a Rita Levi-Montalcini mentre, alle 11.30, nell’aula magna dell’università, si svolgerà una cerimonia con l’intervento e i saluti delle autorità, del presidente del consorzio Astiss, del presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Mario Sacco, del sindaco di Asti, Maurizio Rasero.

A seguire il prof. Francesco Della Valle, alla presenza di familiari e amici, terrà una prolusione dal titolo “Rita Levi Montalcini: una dolce e profonda rivoluzionaria delle neuroscienze”.

Nell’attività di ricerca, che ha portato all’intitolazione del polo Astiss a Rita-Levi Montalcini, ha contribuito in particolare la commissione Toponomastica del Comune di Asti, presieduta dal consigliere Piero Ferrero.
La mattina si concluderà con un brindisi conviviale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *