Il Leo Club plaude ai “fusini” delle primarie di Canelli

I giovani “fusini”, il gruppo di ragazzi e ragazze delle scuole primarie di Canelli che, il sabato pomeriggio, partecipano ai corsi organizzati dall’associazione “Dal fuso in poi…”, hanno incontrato Donato-Owen, Fabiola, Cristina e Myriame del gruppo Leo Club Nizza Monferrato-Canelli.

Durante l’incontro i “leoncini” hanno ammirato i lavori di ricamo, maglia e macramè eseguiti dai “fusini”, complimentandosi con i giovani artisti; hanno presentato le finalità del loro gruppo ed infine hanno consegnato due scatole di gioco dell’oca “Let’s Play Different” appartengono al progetto Kairos del Tema di Studio Nazionale, scelta dai Leo per far capire, ai giocatori, con delle prove di “disabilità” di tipo motorio, visivo ecc., la condizione di chi viene considerato “diverso”.

I giochi sono stati poi portati uno alla scuola primaria G.B. Giuliani e l’altro alla ditta Bosca e diventeranno un valido sussidio didattico.

Questo progetto nasce dall’idea dei Leo di sviluppare un’integrazione al contrario in cui i bambini, consapevoli delle diversità, possono scoprire ricchezze di un mondo diverso dal loro.

Il dirigente scolastico, nonché presidente dell’associazione, Palmina Stanga, presente all’incontro ha espresso vivo compiacimento per la bravura degli allievi seguiti con passione da Angela, Chiara, Cristina, Emi, Mara e Marisa e ha ringraziato i giovani del Leo Club per la sensibilità, l’altruismo e l’impegno con cui concretizzano i valori di condivisione propri del loro gruppo di appartenenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *