Nizza Monferrato, scoperto capannone agricolo trasformato in un deposito di rifiuti

I carabinieri forestali di Nizza Monferrato, con l’ausilio di personale ARPA di Nizza Monferrato, hanno denunciato un macedone di 47 anni di Cassinasco per gestione illecita di rifiuti.

L’uomo, titolare di un’impresa di riparazione elettrodomestici, aveva negli anni accumulato un’enorme quantità di rifiuti all’interno di un capannone agricolo nell’agro di Nizza Monferrato: frigoriferi, mobili, componenti di cucine, autovetture fatiscenti e parti di esse ed altro ancora trasportati, depositati e recuperati in assenza di qualsivoglia autorizzazione ambientale.

Nel corso delle indagini sui medesimi rifiuti i militari hanno accertato che soci in affari con il macedone erano due pregiudicati nigeriani: l’uno, sottoposto all’obbligo di domicilio nel comune di Alessandria, è stato segnalato dai militari all’Autorità per violazione agli obblighi; l’altro, irregolare sul territorio italiano in quanto colpito da provvedimento di espulsione, è stato preso in custodia dai militari che hanno provveduto ad avviare le procedure di espulsione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *