OICCE, Premio “Vino e Territorio”: i vincitori

premio-vino-territorioNell’ambito della manifestazione “Canelli. Città del Vino”, venerdì 23 settembre, alle ore 21, nella storica Cantina Gancia di Canelli, in corso Libertà 66, l’associazione enologica OICCE e il Comune di Canelli consegneranno il Premio “Vino e Territorio” a personalità impegnate attivamente nella valorizzazione del mondo del vino dal punto di vista tecnico, scientifico, economico, artistico, culturale.

logooiccePer l’edizione 2016, i premiati sono persone importanti della scienza vitivinicola, dell’economia, dell’arte, della comunicazione. A ricevere il prestigioso riconoscimento dalla dott.ssa Giusi Mainardi, direttrice di OICCE Times-Rivista di Enologia e dal sindaco di Canelli dott. Marco Gabusi, saranno infatti: l’enologo piemontese Cesare Bianco, consigliere di amministrazione di AEB Group, leader mondiale nel settore dei prodotti per l’enologia; Ugo Nespolo, uno dei più importanti artisti contemporanei, che fra le sue attività artistiche, ha realizzato anche prestigiose etichette da vino; Donatella Cinelli Colombini, Presidente Nazionale dell’Associazione “Donne del Vino”, fondatrice del “Movimento per il Turismo del Vino”, ideatrice della giornata nazionale “Cantine aperte”, oltre che produttrice di famosi vini d’alta gamma fra cui il Brunello di Montalcino; la giornalista Gabriella Abate, che ha al suo attivo una ricca attività editoriale e una costante opera di comunicazione del territorio delle Valli Belbo. Bormida, Tanaro; Mario Ubigli che ha percorso una lunga carriera scientifica nel mondo del vino, culminata con la direzione dell’Istituto Sperimentale per l’Enologia di Asti; Giuseppe Zeppa, professore di “Tecnologie dei prodotti alimentari territoriali” e docente nei corsi di Diploma Universitario in Tecnologie Alimentari con orientamento in Viticoltura ed Enologia all’Università di Torino.

La consegna dei Premi avverrà nel corso di uno speciale concerto eseguito dalla Banda musicale della Città di Canelli, diretta dal Maestro Tibaldi.

Saranno eseguite celebri musiche scelte dal dr. Pierstefano Berta, direttore di OICCE, come colonna sonora per uno spettacolo che affascinerà il pubblico perché mostrerà in diversi film l’identità del territorio legato alle colline, all’uva Moscato, ai grandi vini, alla meccanica per le linee di imbottigliamento, all’arte, alla ricerca vitivinicola.

Protagonisti della ribalta saranno i vini del territorio: si vedranno scorrere nei film le loro storie come grandi interpreti delle mode e della cultura. Conducono la serata Giusi Mainardi e Giovanni Vassallo. Ingresso libero fino a esaurimento dei posti.

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *