Il monumento sulla rotonda simboleggia la natura

Gianni Fabio è il vincitore del concorso per il monumento della rotonda viaria (in ferro ossidato), intitolato “Germoglio” che verrà realizzato da Marmoinox.

Il senso vero dell’opera è spiegato dallo stesso Gianni Fabio: “Germoglio ha un carattere provocatorio, simboleggia la natura che se non viene rispettata può distruggere e corrompere i sistemi creati dall’uomo”.

Martedì 4 marzo, nella sala consiliare del Comune di Canelli, è stato presentato il vincitore del concorso per la realizzazione del monumento che sorgerà sulla nuova rotonda, tra corso Libertà e viale Risorgimento a Canelli, alla presenza di Aldo Pia, Presidente Cassa di Risparmio di Asti, Marco Gabusi, Sindaco di Canelli.

Con deliberazione del 14 marzo la Giunta Municipale di Canelli ha individuato il vincitore del concorso indetto lo scorso anno: si tratta di Gianni Fabio che ha proposto l’opera Il Germoglio. L’opera sarà realizzata dalla società MarmoinoX di Canelli, grazie all’intervento di Banca di Asti.

Gianni Fabio, canellese poco più che trentenne, che si è aggiudicato il premio, si è formato presso l’Istituto Europeo di Design con il corso di Interior Design; oggi opera presso l’azienda MarmoinoX nel settore del disegno tecnico e della progettazione.

Al concorso hanno partecipato 14 proposte e la commissione, costituita allo scopo, ha valutato la rispondenza delle opere ai principi ispiratori fissati dal bando: Canelli, le sue tradizioni e la sua storia. Sono stati presi in considerazione anche l’impatto paesaggistico e la coerenza delle forme e dei materiali in rapporto al contesto urbano di collocazione dell’opera.

Hanno preso parte alla commissione che ha attribuito la vittoria a Gianni Fabio e al suo “Germoglio”, il presidente della locale commissione paesaggistica Ing. Umberto Villero, il Funzionario Comunale Dott. Giuseppe Occhiogrosso, l’Arch. Marica Chiola (professionista e curatrice di mostre d’arte), la Dott.ssa M. Helene Cully (artista e restauratrice) e il Dott. Giuseppe Origo (critico e giornalista d’arte).

Sono stati effettuati gli opportuni sopralluoghi e, in alcuni casi, sono stati chiesti chiarimenti agli artisti. I lavori della commissione si sono conclusi con la proposta di una triade di opere nell’ambito della quale la Giunta Municipale ha scelto la vincitrice, uniformandosi comunque all’ordine formulato dalla commissione tecnica.

Così il Sindaco Marco Gabusi: “Grazie alla Banca di Asti, riusciremo a rendere un’opera funzionale, e attesa da anni in città, anche esteticamente bella e simbolica del nostro tessuto storico ed economico”.

L’intervento della Banca astigiana fa parte delle iniziative messe in atto a favore della valorizzazione delle risorse locali.

“La Cassa di Risparmio di Asti ha accettato con molto piacere l’opportunità di intervenire all’iniziativa di abbellimento della rotonda di Canelli, piazza sulla quale è presente da oltre mezzo secolo.

E’ un modo concreto per dimostrare l’amicizia che ci lega a questa comunità, con la quale collaboriamo quotidianamente creando sinergie proficue – commenta Aldo Pia, Presidente di Cassa di Risparmio di Asti – Questo territorio, dichiarato patrimonio dell’umanità, merita di essere accudito con cura per sviluppare tutte le sue potenzialità: è questo che tutti insieme dobbiamo provare a fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *