Fiera di Primavera di Caraglio e la ‘mica’ di Pasqua

Nell’ambito della Fiera di Primavera di Caraglio (Cn), che si svolgerà sabato 8 e domenica 9 aprile, il consorzio del Sofran zafferano di Caraglio e della Valle Grana e la rinomata Panetteria Pasticceria Milone, grazie alla disponibilità dell’Associazione Insieme per Caraglio e, visto che tale manifestazione cade nel periodo antecedente la Santa Pasqua, proporranno al pubblico la “mica di Pasqua”ovvero il pane Pasquale.

Questo pane, che ambirebbe diventare una buona tradizione della comunità caragliese, verrà prodotto con la candida farina di frumento chiamato localmente e vocalmente Bertun e il nostro Zafferano: due ottimi prodotti del territorio. Sarà disponibile, nella giornata di domenica 9, nello stand del Consorzio dello Zafferano presente in fiera.

Il Bertun – storico grano tenero della Valle Grana – in antichità veniva chiamato, pare dai monaci benedettini, “Calbigia” per la caratteristica spiga senza reste (peli).

E così è una delle tre spighe raffigurate nel quattrocentesco stemma del comune di Valgrana, visibile nel dipinto presso la cappella di S.Bernardo, appunto, di Valgrana.

Sarebbe auspicabile una sua più ampia coltivazione in Valle, sia per la sua speciale peculiarità (ha basso contenuto in glutine) sia per la sua discreta produttivita’ , creando una utile e qualificante filiera diretta tra produttori, molini e panetterie locali, onde evitare la pesante concorrenza economica della vendita all’ammasso.

Lo zafferano veniva coltivato sin dal Medioevo nei nostri territori. Ora viene riproposto da un giovane e dinamico consorzio che,attraverso i suoi soci (ben 40), lo ha reintrodotto e lo coltiva con successo e qualità, come dimostrato dalle recenti analisi effettuate sul raccolto 2016.

Il pane e lo zafferano sono entrambi simboli importanti. Il pane è vita, lo zafferano è luce. La Pasqua è nuova vita e luce.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *