“A piedi nudi” di Claudio Secci sarà presentato a Tonco

Il romanzo thriller “A piedi nudi” (Leucotea Edizioni), ultimo del torinese Claudio Seccisarà presentato a Tonco, sabato 21 aprile alle 17 a Villa Toso, in via Cavour 6, dove è stato registrato il trailer di lancio
.
Un thriller che lascia con il fiato sospeso ed emoziona dalla prima all’ultima pagina. Questo
è “A piedi nudi”, ultimo romanzo del torinese Claudio Secci, la cui protagonista Gisèle, una
ragazzina di 14 anni, attira e coinvolge il lettore in tutte le sue complesse vicissitudini.
L’evento tonchese è la terza tappa di un tour di presentazione del libro e la scelta non è casuale. Il suggestivo edificio settecentesco di Villa Toso a Tonco è stata la location voluta dall’autore per registrare il trailer di lancio del romanzo. E non solo.
E’ tonchese anche la ragazza, protagonista del video, che ha dato il volto a Gisèle.
La presentazione, ospitata negli stessi locali dove il trailer è stato girato, è patrocinata dal Comune di Tonco che ha colto con entusiasmo sia il momento della registrazione del video concedendo gli spazi di Villa Toso lo scorso autunno, sia la possibilità di lanciare al pubblico astigiano il libro.
Presenti all’incontro l’autore e Ginevra Vicenti, la ragazza che ha interpretato la protagonista
del thriller, la Gisèle in carne ed ossa. Condurrà la presentazione la giornalista Silvia Musso.
L’ingresso è gratuito e ci sarà la possibilità di parlare con Claudio Secci e rivolgergli domande.
Seguirà un ricco rinfresco.
Un vortice di emozioni, tra loro anche contrastanti, che lasciano con il fiato sospeso fino all’ultima pagina.
Il lettore è letteralmente travolto dalla protagonista, Gisèle, una ragazzina che, nonostante la giovane
età (14 anni) ha già vissuto numerose esperienze traumatiche e dolorose. Gisèle non parla, è orfana e sola e sembra che nessuno possa capirla e amarla.
Attraverso i suoi occhi e i suoi piedi (le piace camminare scalza e sentire tutte le asperità del terreno) viviamo le sue peripezie, tra la compassione per la sua condizione e l’irritazione per alcuni suoi modi di fare che la rendono scontrosa e “difficile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *