La Società di Studi Astesi riprende gli incontri ricordando Aris d’Anelli

Giovedì 5 febbraio riprenderà l’attività della Società di Studi Astesi con un incontro nella Sala Pastrone del Teatro Alfieri in memoria di Aris d’Anelli, uno dei medici più conosciuti e stimati della città, che più hanno contribuito alla crescita dell’ospedale di Asti, deceduto il 17 novembre scorso a 90 anni compiuti da poco.

Aris d’Anelli è stato primario di cardiologia dell’ospedale di Asti creando la Sala Botallo, l’unità coronarica all’avanguardia, ma ha anche dedicato la sua vita agli aiuti umanitari (è stato due volte in Africa), alla storia del cinema ed alla pubblicazione di diversi libri sulla sua vita, sul cinema e sulla storia della città.
Giovedì in Sala Pastrone, dopo il saluto delle autorità, lo ricorderanno Umberto Ferrari (storico del cinema), Marida Faussone (Fondaz. E.Guglielminetti), Carla Forno (Fondaz. Centro Nazionale Studi Alfieriani), Donatella Gnetti (Biblioteca Astense), Ezio Claudio Pia (Università di Torino), Pippo Sacco (Società di Studi Astesi), Francesco Scalfari (Polo Universitario Astiss) e Nanni Zola (cardiologo, ex Aiuto della Cardiologia dell’Ospedale di Asti).

Questi i prossimi appuntamenti della Società di Studi Astesi che – essendo in fase di ristrutturazione la sede abituale presso l’Archivio Storico Comunale – si terranno il giovedì nella sala conferenze di Palazzo Mazzetti in corso Alfieri 357, sempre con inizio alle ore 17.

Per continuare le conferenze sulla Grande Guerra, iniziate lo scorso anno, giovedì 12 marzo Nicoletta Fasano parlerà sul tema: “Una guerra lontana? Vita quotidiana in Asti (1915-1918)”. Giovedì 16 aprile (dopo l’assemblea annuale dei soci per l’approvazione del bilancio consuntivo) Agnese Argenta e Erildo Ferro presenteranno le figure di due personaggi astigiani contemporanei: “I geometri Foglietti e Penna imprenditori delle grandi costruzioni (fine XIX – inizio XX secolo)”.

Giovedì 14 maggio Alberto Ghia, dottorando dell’università di Torino, parlerà sul tema: ”Analisi e confronti degli studi dialettologici in area astigiana”. Prima della pausa estiva, infine, giovedì 4 giugno verrà presentato il “Quaderno del Platano” n.19 con gli atti della “giornata di studio” dedicata a Lodovico Vergano, tenutasi lo scorso maggio in occasione del centenario della nascita e del quarantennale della morte dello storico astigiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *