Circa 250 ragazzi al campeggio di Roccaverano

ROCCAVERANO gruppoDa quando è stato costruito nel 1979 per volere dell’allora assessore Gian Marco Rebaudengo, il Campeggio di Roccaverano, struttura di proprietà della Provincia di Asti, situata nelle splendide colline della Langa astigiana, ha accolto al suo interno le urla felici e i canti di gioia di migliaia di bambini dai 6 ai 17 anni che, con sacco a pelo e tanta voglia di divertirsi, trascorrevano presso la colonia campestre parte della propria estate.

Una struttura di 6 campeggio roccaveranomila mq, 8 tende, 6 bungalow in muratura con bagno annesso, una sala mensa con cucina per la somministrazione di cibi freschi realizzati al momento, un’area giochi, due casette di legno adibite a deposito bagagli, dispensa, magazzino e ripostiglio.

Una struttura che in 36 anni ha visto passare al suo interno migliaia di bambini che hanno lasciato la loro impronta, ma che allo stesso tempo hanno portato a casa un pezzo del Campeggio. “Per me Roccaverano è sempre stato un posto magico” racconta Valentina Soriani, da bambina frequentatrice della colonia, oggi animatrice responsabile della struttura, gestita dalla Cooperativa Esserci Onlus, “La volontà di fare esperienza come coordinatrice nasce dalla voglia di trasmettere ai bambini la passione per questo posto speciale”.

L’edizione 2015 segna anche un altro grande ritorno tra gli animatori: quello del tenore Enrico Iviglia, che fece giocare e divertire centinaia di bambini nei primi anni del 2000. Ora è tornato per affiancare Fabio Roberto, istruttore sportivo, docente di educazione motoria e allenatore della società professionistica “Alessandria calcio”. E’ Fabio che gestisce il turno “Naturalmente Sport”, dedicato principalmente alle discipline sportive, nell’ottica di trasmettere ai bambini l’importanza del movimento fisico legato alla salute e al benessere psicofisico.

Sono felicissimo di essere al Campeggio di Roccaverano con i ragazzi!” racconta il tenore Iviglia, quest’anno testimonial per le attività del Campeggio insieme allo chef Diego Dongiovanni. “E’ dal 1987 che vengo qui, prima come animato, poi come animatore, adesso come testimonial insieme a Diego”.

I protagonisti ovviamente sono loro, i bambini. L’estate 2015 vede la partecipazione di circa 250 ragazzi, divisi in 9 turni, ognuno dedicato a laboratori specifici: dal teatro alla cucina, dalla produzione video allo sport. Numerose le attività di promozione realizzate nel corso dei mesi: si è partiti il 22 marzo con la presentazione di tutte le novità dell’edizione 2015 alla palestra del Giobert, fino ad arrivare alla giornata dedicata alla costruzione e al volo degli aquiloni, al concerto lirico di Enrico Iviglia e Irene Geninatti, alla collaborazione con la Protezione civile, che organizzerà il proprio campo-scuola proprio a Roccaverano.

L’attività del Campeggio proseguirà nelle prossime settimane con “Impara l’arte e…” (19 – 25 luglio), “Naturalmente sport” (26 luglio – 1 agosto), ”Chef in camp” (2-8 agosto) e “Roccawood: ciak si gira” (9 -15 agosto).

Per chi volesse iscriversi sono ancora disponibili posti per “Naturalmente sport” (26 luglio – 1 agosto) e “Roccawood: ciak si gira” (9 -15 agosto), mentre tutto esaurito per “Impara l’arte e…” e “Chef in camp”.

Info e prenotazioni: Provincia di Asti, piazza Alfieri 33 (0141 433274 / 0141 433572 / 0141 433344 – campeggio@provincia.asti.it). Sempre a Roccaverano si terrà anche il campo scuola organizzato dalla Protezione civile di Canelli, previsto dal 17 al 22 agosto e rivolto a ragazzi dagli 11 ai 15 anni. Per info e prenotazioni, Stefano Martini 335 1446957 e Mimmo Panzanella 366 3730450

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *