Numerose iniziative e interessanti eventi di Oicce per il 2015

BERTA PIERSTEFANOL’Organizzazione Interprofessionale per la Comunicazione delle Conoscenze in Enologia, fondata a Canelli 17 anni fa, conta soci provenienti dai diversi comparti del settore enologico ed è sempre aperta a nuove adesioni. Nell’anno appena concluso ha realizzato numerose iniziative tecniche e interessanti eventi. 

Ampelografia. Il volume “Ampelografia Italiana del 1800” ha ricevuto la menzione speciale dall’Organisation Internationale de la Vigne et du Vin, che rappresenta i governi dei più importanti Paesi vitivinicoli del mondo.
Sicurezza. Nel mese di maggio una fitta serie di workshop si è svolta nel corso della “Settimana della Sicurezza” che Oicce ha contribuito ad organizzare a Canelli con il Comune e le principali industrie enomeccaniche.
Tutela marchi. Sono stati stampati gli Atti del Congresso sulla “Tutela dell’export del vino italiano”, evento internazionale che Oicce ha organizzato chiamando a collaborare esperti di Stati Uniti, Brasile, Russia, Germania, Regno Unito e naturalmente Italia, che hanno parlato della tutela dei marchi all’estero e degli aspetti principali da conoscere quando ci si presenta sui diversi mercati.
Energia. E’ stato integrato e potenziato il gruppo d’acquisto afferente ad Oicce Energia per l’acquisto di energia elettrica e gas a prezzi vantaggiosi.
Convegno. Un altro evento che ha riscosso grande interesse è stato il convegno sul commercio elettronico del vino, il primo in Piemonte e fra i primi in Italia.
“Vino & territorio”. A fine settembre si è consegnato il Premio nazionale “Vino&Territorio”.
In Argentina. In novembre, al congresso mondiale dell’OIV in Argentina, Oicce ha presentato tre lavori: sulla gestione delle linee di imbottigliamento, sulla tradizione piemontese del Vermouth, sul ruolo delle donne nella storia del vino.
Oicce Times. La rivista “Oicce Times,” diretta da Giusi Mainardi, con abbonati in tutta Italia, continua a segnalarsi come rivista di riferimento per il settore.

Programmi 2015
Per il 2015, dice il direttore Pierstefano Berta, l’Oicce ha programmato una nuova serie di attività che permetteranno un’informazione accresciuta e un’attività divulgativa ancora più importante.
Il primo evento dell’anno sarà il convegno sull’export del vino che si terrà il 20 febbraio in Abruzzo. Continuerà la sinergia del gruppo di acquisto Oicce Energia che potrà ricevere ulteriori adesioni.
Fra le iniziative editoriali ci sarà la stampa degli Atti del convegno “Enologia Italiana del 1800”. Nuovi incontri saranno realizzati in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane. Si sarà presenti con uno stand a Vinitaly-Enolitech. Si organizzerà in maggio una nuova edizione della “Settimana della sicurezza, dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile”, oltre a una serie di workshop che tratteranno temi tecnici, legali e di comunicazione. Oicce sarà presente a eventi italiani e internazionali e in settembre darà vita all’edizione del Premio “Vino e Territorio 2015”. A fine anno è previsto un grande convegno storico sul vino italiano. Tutte queste iniziative permetteranno ad Oicce e alla rivista Oicce Times di avere visibilità nel settore della vite e del vino, trasmettendo utili conoscenze e fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *