Con Classico 2015, il Presidente dell’Accademia della Crusca a Canelli

logo classico 215Sabato 17 ottobre, alle ore 10, nel Salone Riccadonna a Canelli, si terrà un importante convegno dedicato alla figura di Giambattista Giuliani, ultimo appuntamento del 2015 del Festival Classico 2015.

La giornata di Studi fa parte di una serie di incontri dal titolo “I Piemontesi e la lingua italiana” previsti nei prossimi anni dedicati ad autori, noti e meno noti, del nostro territorio.
Quest’anno, partendo da una tesi in filologia italiana della canellese Valentina Petrini curatrice dell’evento, si è pensato di far meglio conoscere l’importanza letteraria ed umana di un nostro illustre concittadino, poco conosciuto.

“Questo parlare Dante lo chiamerebbe visibile “ vuole mettere in luce l’importanza che il Padre Somasco ha sempre dato nel suo lavoro da una parte all’opera di Dante Alighieri, dall’altro alla lingua povera, ma arguta dei contadini toscani a cui dobbiamo riferirci per la nascita della lingua italiana.

A illustrare la figura di G.B.Giuliani, oltre a Valentina Petrini, interverranno il prof. Giuseppe Polimeni dell’Università Centrale di Milano e il prof. Claudio Marazzini, Presidente dell’Accademia della Crusca che ha ritenuto il convegno così importante da concedere il suo Patrocinio.

Avere il presidente di un’associazione che occupa la posizione più alta nel panorama linguistico italiano deve essere motivo di grande orgoglio e soddisfazione per tutti i canellesi.
Il professor Claudio Marazzini parlerà di Giambattista Giuliani inventore degli ‘etnotesti’, ovvero di testi a metà tra il parlato fluente e il dialogo, la lingua colta e il dialetto.

I ragazzi delle superiori che interverranno alla mattinata potranno ritirare un attestato di partecipazione spendibile come credito formativo.
La partecipazione è aperta a tutti ed è gratuita. Seguirà un piccolo rinfresco dove si avrà modo di chiacchierare con relatori.

La manifestazione ha ottenuto anche il patrocinio della Provincia di Asti, del Comune di Canelli e dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte–Ambito di Asti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *