Progetto per una migliore fruizione dell’area della Cassa di espansione sul Belbo

Nella cassa di espansione sul torrente Belbo a Canelli, la natura, con la sua forza e la sua resilienza, ha ripreso il suo corso come fin dall’inizio ha sempre fatto. L’area è diventata una risorsa apprezzata da molti cittadini che la usano per le loro passeggiate e i loro giri in bicicletta.

L’associazione ambientalista “Valle Belbo Pulita”, che tanto si è data da fare per la custodia dell’ambiente e delle acque del nostro torrente, ha predisposto un progetto per la fruizione dell’area ai fini ambientali, culturali e paesaggistici da parte di tutti i cittadini. Già da qualche anno la cassa è meta di visite da parte di scolaresche che vanno per fare osservazioni e per le loro feste nella natura e di diversi visitatori che fanno il giro delle due vasche.

Il progetto di Valle Belbo Pulita intende rendere ancora più fruibile la risorsa. Esso è stato presentato all’Amministrazione comunale di Canelli che ha dato il suo consenso e promesso il suo contributo e la disponibilità degli operai per i lavori necessari ad avviare il progetto.

L’Agenzia Interregionale per il Po ha messo a disposizione l’area, l’associazione Memoria Viva ha stanziato un contributo di € 1.000, il Club Unesco di Canelli ha stanziato € 1.000, una ditta ed un privato hanno contribuito con € 500, Valle Belbo Pulita si è impegnata con lo stanziamento di € 2.000, l’ASP € 400 e l’Ambito Territoriale di Caccia AT2 Asti Sud € 1.000.

Con questi primi fondi a disposizione si potranno già attuare alcuni interventi per migliorare le caratteristiche naturalistiche dell’area, facilitare la fruizione da parte del pubblico e offrire opportunità di apprendimento e svago ampliando la gamma di esperienze che l’area può offrire.

In concreto è prevista l’installazione di tre grandi pannelli che illustreranno l’habitat della zone umide, l’opera idraulica costruita e la vita della fauna attirata dall’area tranquilla ed accogliente.

Verrà preparato un pieghevole illustrativo da distribuire nelle scuole negli uffici turistici e si faranno interventi eco-compatibili di gestione della vegetazione. La zona umida localizzata vicino all’accesso principale dell’area verrà attrezzata per la tutela della fauna che potrà così nidificare e riprodursi in sicurezza. Un altro intervento a cario della Lipu consisterà nel posizionamento di 22 cassette nido per attirare gli uccelli a deporre le loro uova nell’area.

Questa cassette verranno installate in occasione dalla Festa del Belbo che il Comune di Canelli e l’Istituto Comprensivo organizzeranno il 9 ed il 10 giugno.

Il Sindaco di Canelli Marco Gabusi, d’intesa con l’Ambito Territoriale di Caccia AT2 Asti Sud, produrrà a breve un’ordinanza di divieto di caccia su tutta l’area della cassa di espansione.
Lungo il corso del torrente intanto sabato 8 aprile prossimo verrà organizzata la raccolta dei rifiuti abbandonati per rendere più decorose le sponde che si affacciano sui viali cittadini. (Romano Terzano)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *