Il sindaco di Moasca obbliga i proprietari dei terreni alla manutenzione dei fossi

GHIGNONE ANDREA 2014Prevenire allagamenti dovuti a ostruzioni e incuria: è con quest’obiettivo che il sindaco di Moasca, Andrea Ghignone, ha firmato oggi, martedì 26 agosto, un’ordinanza che obbliga i proprietari degli immobili (frontisti) posti lungo le strade alla manutenzione e alla pulizia di fossi, caditoie per le acque piovane, cigli, alvei e sponde dei corsi d’acqua.

“Ho riscontrato – ha dichiarato il sindaco Ghignone – la necessità di evitare, come accaduto di recente, che gli allagamenti contribuiscano a danneggiare le strade, arrecando disagio alla cittadinanza e compromettendo sia la sicurezza che la viabilità. Quest’ordinanza obbliga tutti i proprietari di fondi laterali, o che in qualche modo immettano acque meteoriche non regimentate sulle strade, e tutti i proprietari frontisti di fossi, caditoie e cigli stradali a provvedere all’esecuzione di determinati interventi precauzionali.

Si richiama l’attenzione – prosegue Ghignone – in particolare sulla fascia di rispetto stradale nelle operazioni di aratura o fresatura dei terreni. In questi giorni procediamo a lavori straordinari di manutenzione del manto stradale e dei fossi laterali ad alcune strade comunali e per questo si teme che tali lavori siano subito compromessi dall’incuria dei proprietari o dei frontisti dei terreni delle strade comunali. E’ importante che in questi momenti di scarsità di risorse finanziarie ognuno faccia la propria parte e confido nella buona volontà dei cittadini – conclude il sindaco”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *