Bilancio positivo per le stagioni teatrali di Nizza e di Moncalvo

E’ stato un anno di importanti novità, tra queste il ritorno della stagione di Moncalvo nel circuito “Piemonte dal vivo” e una nuova programmazione per la stagione di Nizza Monferrato, con un cartellone che ha virato su generi affini alla commedia non solo brillante. Entrambe curate dall’associazione astigiana Arte&Tecnica, diretta da Mario Nosengo.

Un trend in decisa crescita per la stagione di Moncalvo, che visto un aumento di circa +30% di vendita abbonamenti e di circa +20% di biglietti staccati rispetto allo scorso anno, con una media di circa 180 spettatori per serata, per ciò che riguarda la stagione di prosa.

Successo come ormai da tanti anni per la stagione di teatro dialettale, la più longeva del Piemonte e frequentata fedelmente da un pubblico proveniente dalla tutta la provincia di Asti e dal Casalese.

Lo spettacolo più visto si conferma “Se ti sposo mi rovino” che ha fatto registrare praticamente il tutto esaurito in teatro, segno questo che il pubblico del teatro di Moncalvo prova sempre molto interesse per le commedie di genere brillante, seguito a breve distanza dal bellissimo ed intenso monologo di Simone Cristicchi “Il secondo figlio di Dio” e dallo spettacolo di teatro musicale “Non toccatemi Rossini”, storia romanzata del grande compositore Gioacchino Rossini per i 150 anni dalla sua nascita, tutti con una partecipazione di circa 200 persone per sera.

Bene anche lo spettacolo fuori abbonamento “L’incauta Ebe” che ha fatto registrare  oltre 160 paganti.

Si conferma in ottima forma la stagione teatrale di Nizza, con una media di circa 320 persone per sera su un teatro di 350 posti. In cima alla lista del gradimento del pubblico, la comedia musicale “Viktor Viktoria” con Veronica Pivetti, “Boomerang”, commedia drammatica, scritta con grande intelligenza e sapienza da Angelo Longoni con Amanda Sandrelli e altri attori, e “Mortimer e Wanda” commedia brillante e commovente con Mario Zucca e Marina Thovez.

Buon successo, affatto scontato, anche per la serata dedicata dedicata alla danza con la rivisitazione del classico “Giselle” e allo spettacolo fuori abbonamento “Tutti i colori del bianco”.

Il pubblico, che segue fedelmente da anni, si è dimostrato entusiasta nell’apprezzare diversi  tipi di drammaturgia.  Un grazie degli organizzatori della rassegna va alla Fondazione Piemonte dal vivo, la cui presenza è garanzia di prestigio e serietà, e alle amministrazioni locali, che come tutti gli anni si dimostrano sensibili e ci incoraggiano nell’organizzare stagioni di alta qualità. Il teatro e la cultura in generale è un volano economico per  tutto il territorio.

Un ringraziamento, infine, ai partner, a partire dall’agenzia “La Via Maestra” di Nizza e dalla drogheria “Broda” di Moncalvo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *